Cronaca Italia

Palermo, botte insulti e minacce nell’asilo: arrestata una maestra

È stata arrestata questa mattina una maestra di 46 anni con l'accusa di maltrattamenti ai danni dei piccoli alunni di una scuola d'infanzia di Villafrati
Palermo, botte insulti e minacce nell'asilo: arrestata una maestra

Sono davvero poche le informazioni che filtrano dalla Sicilia, precisamente da Palermo. Quanto messo nero su bianco dai Carabinieri della compagna di Misilmeri riguarda presunte botte, minacce e insulti ai danni di piccoli alunni di un asilo da parte di un’insegnante che sarebbe stata arrestata.

Maltrattamenti in un asilo di Palermo

Non c’è modo di comprendere meglio la dinamica dei fatti e sono scarse al momento le notizia che arrivano dalla Provincia di Palermo.

Secondo quanto riportato dalle fonti locali come La Sicilia, al centro dell’attenzione ci sarebbe la condotta adottata da un’insegnante di 46 anni originaria della provincia di Agrigento.

Secondo quanto riportano le fonti, la maestra d’asilo sarebbe arrestata questa mattina dai carabinieri della compagna di Misilmeri per decisione arrivata firmata dal gip del Tribunale di Termini Imerese. Sulla 46enne, che secondo quanto riportato da La Sicilia, insegnerebbe in una scuola d’infanzia a Villafrati, in provincia di Palermo, graverebbe la grave accusa di maltrattamento ai danni dei suoi piccoli alunni.

La denuncia di una mamma e i video delle telecamere nascoste

Tutto avrebbe avuto inizio da una denuncia: ad accusare per prima la 46enne sarebbe stata la madre di una piccola bimba di 3 anni. Una denuncia arrivata a dopo alcuni sospetti maturati a fronte di quello che sarebbe stato un cambiamento improvviso della piccola che avrebbe iniziato ad accusare malessere proprio in relazione al suo stare all’interno dell’asilo. Un sospetto dopo l’altro, la madre ha così deciso di procedere per vie legali presentando una denuncia per presunti maltrattamenti che ha avuto come immediata conseguenza l’introduzione, da parte dei Carabinieri, di alcune telecamere di sicurezza all’interno della scuola d’infanzia.

Telecamere che avrebbero portato alla luce quanto sospettato e temuto: nei video registrati, ora in mano agli inquirenti, sarebbero state riprese le violenze perpetrate da parte della 46enne nei confronti dei piccoli alunni. Tra queste ci sarebbero violenze psicologiche e fisiche come minacce e percosse.

Potrebbe interessarti