Enrico Ruggeri: tra musica punk, televisione e la carriera da calciatore

Enrico Ruggeri nasce a Milano nel 1957. Durante il liceo inizia a coltivare la sua passione per la musica che diventa la sua professione a partire dai successi degli anni ’80. Da frontman dei Decibel a solista, fino alla carriera da cantautore: Ruggeri si cimenta anche nella scrittura e nella conduzione televisiva. Nota però anche la sua forte passione per il calcio che l’ha portato ad essere anche presidente della Nazionale Cantanti.

Enrico Ruggeri: l’esordio punk

Enrico Ruggeri inizia la sua carriera da musicista durante gli anni del liceo. Da quel gruppo che suonava in cantina nascono i Decibel: la band punk formata da Ruggeri, Capecci e Muzio partecipa, nel 1980, al Festival di Sanremo.

Dopo un allontanamento di 2 anni, Enrico Ruggeri dà inizio al suo percorso da solista. Soltanto nel 2010 i Decibel si riuniscono al completo nuovamente al Festival di Sanremo, questa volta come ospiti. Nel 2016 l’ufficializzazione del ritorno della band viene data tramite una conferenza stampa che precedeva la pubblicazione dell’album Noblesse Oblige.

Enrico Ruggeri: la carriera da solista e la vita privata

Nel 1981, Enrico Ruggeri decide di intraprende la carriera da solista e inizia a lavorare come cantautore, scrivendo numerosi pezzi di successo.

Tra le sue collaborazioni spiccano quella con Fiorella Mannoia che canta il brano scritto da Ruggeri Quello che le donne non dicono. Il 1987 è l’anno della consacrazione della carriera di Ruggeri che con Si può dare di più vince il Festival di Sanremo.

Sempre in quegli anni conosce la moglie Laura Ferrato con la quale ha avuto un figlio, Pier Enrico, oggi anche lui cantante e conosciuto come Pico Rama. Il matrimonio tra Enrico Ruggeri e Laura Ferrato termina però con il divorzio, nel 1994. Subito dopo si lega all’attuale compagna Andrea Mirò, con la quale ha due figli, Federico Benedetto e Eva Clara.

Enrico Ruggeri tra romanzi, Mistero e X-Factor

Enrico Ruggeri si cimenta nella scrittura sin dalla fine degli anni ’80. Soltanto nel 2011 però arriva la pubblicazione del primo romanzo Che giorno sarà. A partire dal 2006 Enrico Ruggeri inizia la sua esperienza televisiva alla conduzione del programma in onda su Italia 1 Il bivio – Cosa sarebbe successo se. Nel 2008 conduce il talk intitolato come la celebre canzone di cui è autore, Quello che le donne non dicono e, l’anno seguente, si ritrova al timone di Mistero. Enrico Ruggeri veste anche, nel 2010, i panni del giudice del talent show X-Factor, all’epoca in onda su Rai2.

Enrico Ruggeri e la passione per il calcio

Enrico Ruggeri, grande tifoso dell’Inter, è presidente e calciatore della Nazionale Italiana Cantanti, fondata nel 1981. All’età di 64 anni, Ruggeri è entrato a far parte del club di Serie D, il Sona, confermando così la sua grande passione per questo sport.