Ivana Mrazova, l'ex gieffina e la commovente lettera al padre scomparso:

Ivana Mrazova, modella di origine ceca ed ex gieffina, ha commosso i fan con una lettera dedicata al padre Zdenek scomparso ad aprile. A restarle accanto nel dolore c’è anche il fidanzato Luca Onestini, vincitore del Grande Fratello e suo compagno da quei primi momenti condivisi all’interno del reality di Canale 5.

Ivana Mrazova e la lettera al padre scomparso: “Mi manchi tanto

Ivana Mrazova aveva annunciato la morte prematura del padre su Instagram, pubblicando una foto insieme a lui di quando la modella era ancora molto piccola. Aveva scritto un “Ti amo, papà” tanto semplice quanto dolce. Oggi, invece, Ivana sembra aver ritrovato la voce per elaborare il dolore e scrivere un fiume liberatorio di parole.

Oggi avevo voglia di chiamarti, di sentire la tua voce, di chiederti cosa fai e soprattutto come stai. Ma purtroppo non è possibile, ti penso ogni giorno, a dire la verità quasi tutto il giorno, tutti i giorni. Mi manchi tanto – inizia così la lettera di Ivana a papà Zdenek che ha emozionato i suoi follower su Instagram – Da quando non ci sei è come se mi mancasse una parte di me una parte importante, fondamentale. Una parte che ho avuto da sempre, da quando sono nata. E adesso non c’è… e fa male”.

Ivana Mrazova: le cause della morte del padre

La modella non ha mai parlato delle cause della morte del padre, lasciando voce solo al proprio dolore e all’affetto per il genitore. Si sa che nel 2005, quando Ivana aveva appena 13 anni, l’uomo aveva dovuto lottare contro la diagnosi di un tumore al collo e le conseguenti cure e operazioni. Da diversi anni, inoltre, Zdenek aveva perso l’uso delle braccia in seguito a un intervento che gli aveva lasciato profonde lesioni. La commovente lettera di Ivana continua e racconta la certezza della giovane modella che il padre sia ancora con lei, in qualche modo: “Però devo dire una cosa importante, che mi fa stare molto molto molto meglio ed è il fatto che ti sento, che so che mi stai vicino e stai con me anche se non ti vedo… Una notte il cielo era nuvoloso, non si vedeva niente, solo le nuvole e io chiedo se mi dai un segno e appare una stella così luminosa.

Oppure quando sono fuori guardo in alto e vedo una nuvola a forma di cuore e questi sono i piccoli segnali che mi mandi Tu. Poi non parliamo del fatto che ti parlo tutte le notti e ti racconto anche se tu sai già tutto sai anche più di me e questo mi fa star bene. Non vedo l’ora d’incontrarti di nuovo nei miei sogni.

Ti amo”.