maurizio costanzo

Maurizio Costanzo si reinventa all’età di 82 anni ed approda nel mondo del calcio. Una notizia recente infatti ha positivamente colpito i tifosi della Roma, che salutano con gioia l’approdo in società del maestro di giornalismo e conduttore italiano. Il giornalista è un grande tifoso giallorosso e ora è anche il nuovo responsabile delle strategie di comunicazione della società di calcio.

Maurizio Costanzo ha un nuovo lavoro per la A.S. Roma

Che Maurizio Costanzo fosse poliedrico lo avevamo intuito durante la sua lunghissima carriera che lo ha visto muoversi come grande giornalista, conduttore televisivo ed anche radiofonico, autore televisivo, regista ed infine pure sceneggiatore italiano, tra le altre cose.

Ma alla veneranda età di quasi 83 anni si tuffa in una nuova avventura che lo vedrà nelle vesti di nuovo Responsabile delle Strategie di Comunicazione della società di calcio A.S. Roma.

Ed è così che la carriera di Costanzo si arricchisce di un altro tassello questa volta in un mondo nuovo che lo mette a contatto con la sua squadra del cuore, dato che lo stesso giornalista non aveva mai fatto mistero della sua fede calcistica.

Maurizio Costanzo: l’annuncio

È stato lo stesso conduttore a dare la notizia attraverso una breve nota nella quale dice di aver firmato il contratto ed ha continuato affermando che: “Darò il mio contributo per spiegare bene Roma e i romani e per cercare di ricostruire il clima di amore con i tifosi verso la Roma.

È bello fare di una passione una professione“. “Il nuovo slogan che lancerò è ‘Mejo a Roma’“, ha fatto sapere ancora Costanzo. “La prima cosa che farò è stringere bene i rapporti tra Mourinho e la città. Io voglio lavorare molto sui tifosi: mi piacerebbe ad esempio trovare il tifoso più antico, più anziano della Roma. Io sono romano… Mejo a Roma“, riporta la Gazzetta.

Costanzo si muoverà dunque nel definire le strategie comunicative della società che avranno come obiettivo il rilancio della sua immagine e l’avvicinamento costante con i tifosi della Magica. È tempo di grandi cambiamenti dunque in casa Roma dopo l’avvicendamento sia societario che tecnico grazie al passaggio dalla proprietà di Pallotta a quella dei Friedkin e dopo l’esonero dell’allenatore portoghese Fonseca per far spazio al suo connazionale Mourinho.

E chissà che l’arrivo dello Special One nella capitale affiancato da Maurizio Costanzo non possa essere l’occasione per ricucire il rapporto con una vecchia gloria romana e romanista come Francesco Totti.

In passato il conduttore ed il grande campione hanno avuto a che fare per delle campagne di comunicazione. Pertanto non succede ma se succede.