Ciro Immobile esulta come Lino Banfi agli Europei

Il grido Porca puttena” di Lino Banfi nello stile del famoso personaggio di Oronzo Canà de L’allenatore nel pallone irrompe in campo agli Europei e diventa un tormentone. Ciro Immobile e Lorenzo Insigne hanno esultato così dopo il gol nel match inaugurale della competizione, aprendo a un sipario che ha incuriosito i tifosi dell’Italia e che è diventato virale nel giro di pochi minuti. A rivelare cosa si nasconde dietro l’esultanza degli azzurri è stato lo stesso attore pugliese, commosso nel vedere tradotta in realtà la sua idea.

Europei, Immobile e Insigne come Lino Banfi dopo il gol: “Porca puttena

L’Italia ha sconfitto la Turchia per 3-0 nell’incontro di apertura degli Europei di calcio 2020, e in campo non è passata inosservata la frase gridata a favore di telecamera da Ciro Immobile, seguito da Lorenzo Insigne, dopo un gol contro gli avversari.

I due azzurri hanno urlato Porca puttena“, omaggio a Lino Banfi e al suo intramontabile personaggio di Oronzo Canà nel film L’allenatore nel pallone.

Raggiunto dai microfoni di Adnkronos, l’attore ha raccontato cos’ha provato nel sentirsi citare dai calciatori della Nazionale: “Per me quel ‘porca puttena’ gridato da Immobile e Insigne è come un David di Donatello.

Mi sono commosso“.

Secondo Lino Banfi, potrebbe addirittura diventare lo slogan di Euro 2020. E ha fatto una proposta in caso di vittoria dell’Italia agli Europei: “Finiscono l’11 luglio che è il giorno del mio compleanno, quindi se vincono devono venire a farmi gli auguri“. Un mese esatto dopo la partita che ha visto il suo famoso grido dominare le scene, infatti, l’attore compirà 85 anni e non nasconde di sognare dei festeggiamenti nel segno del trionfo azzurro.

Immobile e Insigne come Lino Banfi: com’è nata l’idea di gridare “Porca puttena

Ad accennare cosa si cela dietro il grido dei giocatori è stato Immobile, stuzzicato dalle domande dei giornalisti dopo la partita: “Ci è arrivato un messaggio da Lino Banfi che ci diceva che chiunque di noi avesse segnato avrebbe dovuto dire ‘Porca puttena’“.

Queste le parole di Insigne a SkySport: “Chiellini ha ricevuto una chiamata da Banfi e pensava fosse uno scherzo. Poi a pranzo Mancini ha deciso di condividere il video con Lino che diceva, ‘esultate col porca puttena’. Spero che da casa sia rimasto contento“. 

Il tributo a Banfi, come spiegato poi dallo stesso attore a Adnkronos, è nato dopo un particolare incoraggiamento inviato a Giorgio Chiellini e rivolto alla squadra e al ct Mancini:Giovedì, alla vigilia della partita, ho mandato un mio video a Chiellini, che conosco da molto tempo, per caricare i ragazzi e il Ct, chiedendo di farlo vedere a tutti.

Nel video dicevo a Mancini: ‘mister, mi raccomando Spinazzola – Immobile. E quando arriva il gol devi far dire al ragazzo ‘porca puttena”. E così è andata“.

Nel suo messaggio agli azzurri, Lino Banfi ha dato anche alcuni consigli alla “Oronzo Canà”, in riferimento al personaggio cult del film L’allenatore nel pallone: “Gli ho detto di affidarsi al 5-5-5 e gli ho spiegato cos’è davvero: 5 cozze pelose, 5 polipetti e 5 ‘allievi’, che in Puglia sono le seppioline piccole.

‘Mettete tutto insieme e vi fate la zuppetta alla porca puttena che dà la carica giusta’. Chiellini mi ha risposto: ‘faremo come dici tu'(…). Quel grido dopo il gol per me è come un David di Donatello. Mi sono commosso“.