Cronaca

Stop mascherine all’aperto, Speranza annuncia la data: “Superiamo l’obbligo in zona bianca”

Il ministro della Salute ha annunciato la data in cui cade l'obbligo di mascherine all'aperto: la decisione dopo il parere del Cts
Roberto Speranza annuncia stop alle mascherine all'aperto

Roberto Speranza ha annunciato la data di stop all’obbligo di mascherine all’aperto in zona bianca. Previo via libera del Comitato tecnico scientifico, la decisione è passata al Governo e ora arriva la conferma. Il ministro della Salute ha comunque sottolineato la necessità di rispettare tutte le precauzioni indicate dal Cts in vista delle riaperture e del graduale ritorno alla normalità. L’obbligo di indossare la mascherina era stato introdotto il 26 aprile 2020, oltre un anno fa, all’alba della fase più cruda della pandemia da Coronavirus.

Mascherine all’aperto: il parere del Cts

Nelle ultime ore è arrivato il parere del Cts sull’uso delle mascherine all’aperto in un contesto di riapertura come quello che, in questi giorni, vede l’Italia avviarsi all’estate nel segno del progressivo allentamento delle misure anti-Covid.

Il Cts – si legge nella nota del Comitato riportata dall’Ansa ritiene che nell’attuale scenario epidemiologico a partire dal 28 giugno con tutte le regioni in zona bianca ci siano le condizioni per superare l’obbligatorietà dell’uso delle mascherine all’aperto salvo i contesti in cui si creino le condizioni per un assembramento (es: mercati, fiere, code, ecc.…)“.

Stop mascherine all’aperto: l’annuncio di Roberto Speranza

La conferma di Roberto Speranza è giunta dopo il via libera del Cts, ma occorre cautela, sottolinea il ministro della Salute, soprattutto ricordando che occorrerà adottare ogni precauzione in caso di assembramenti. Ok allo stop all’aperto, dunque, salvo in situazioni di rischio. Il titolare del dicastero ha annunciato la decisione e la data su Facebook: “Dal 28 giugno superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts“.

Post di Roberto Speranza su Facebook
Post di Roberto Speranza su Facebook

Secondo gli esperti del Cts restano prioritarie alcune misure di protezione: mantenere il distanziamento interpersonale, se non si è congiunti, e indossare la mascherina in tutti quei contesti potenzialmente rischiosi (anche all’aperto, nel caso in cui si crei un assembramento, e sui mezzi di trasporto).

Potrebbe interessarti