vacanze 2021 regole mare montagna

Inizia ufficialmente la stagione delle vacanze, anche quest’anno in compagnia di alcune regole da seguire per prevenire i contagi. La campagna vaccinale va avanti, ormai, anche se si parla di seconde dosi in vacanza e mix di vaccini per il richiamo le ferie comunque sono a un passo. Come ci si dovrà comportare, quindi, al mare e in montagna per vivere al meglio la propria vacanza senza rischiare il contagio.

Vacanze in tempo di Covid: le regole per un’estate al mare

Mentre si è in attesa di capire quando cadrà l’obbligo della mascherina all’aperto, ci sono già delle linee guida definite dalla Conferenza Stato-Regioni per le vacanze 2021.

Per chi sceglierà il mare come meta per l’estate, ecco cosa dovrà aspettarsi dagli stabilimenti balneari:

  • L’accesso agli stabilimenti potrebbe essere obbligatorio su prenotazione, anche tramite app;
  • Ogni ombrellone dovrà garantire agli occupanti una superficie di 10 mq, e 1 metro di distanza tra lettini e sedie a sdraio, anche quando non saranno posizionate sotto l’ombrellone;
  • Le zone d’ombra dovranno essere ampliate per evitare assembramenti;
  • Gli spazi saranno riorganizzati in modo da non creare assembramenti tra le persone che accedono allo stabilimento;
  • Negli spogliatoi e nelle docce si dovrà assicurare la distanza di almeno 2 metri tra le persone, prevedendo quindi postazioni alternate) oppure apposite barriere;
  • La temperatura sarà rilevata all’ingresso dello stabilimento e, se superiore a 37,5°, sarà impedito l’accesso;
  • Mentre in spiaggia saranno vietate le attività di gruppo soggette ad assembramenti, sarà possibile praticare tutti quegli sport individuali o a piccoli gruppi, come i racchettoni o la palla. Anche nuoto, surf, windsurf e kitesurf sono consentiti, con l’unico obbligo di rispettare la distanza interpersonale;
  • Chi pratica le immersioni dovrà sostituire il boccaglio di plastica dopo ogni utilizzo, disinfettando anche il resto dell’attrezzatura;
  • Spogliatoi, cabine, docce e servizi igienici dovranno essere disinfettati spesso e anche dopo la chiusura dell’impianto. Disinfezione anche per lettini, sdraio, ombrelloni e le altre attrezzature da spiaggia a fine giornata e ogni volta che saranno assegnati a una nuova persona o a un nuovo nucleo familiare.

Regole simili sono valide anche per le piscine, sia al chiuso sia all’aperto.

Vacanze e Covid, cosa fare in montagna

Per chi invece prediligerà vacanze più sportive, comprese le destinazioni di montagna, ecco le precauzioni da rispettare:

  • Chi pratica attività in acqua dovrà disinfettarsi le mani prima di indossare caschi o cinghie;
  • In barca sarà obbligatorio l’uso della mascherina e il distanziamento di 1 metro durante le gite tra non conviventi.
  • Durante le camminate sarà possibile rinunciare all’uso della mascherina, che sarà però necessaria se si dovessero incontrare altre persone;
  • Le visite ai rifugi potrebbero essere soggette all’obbligo di prenotazione. All’ingresso sarà misurata la temperatura e all’interno saranno obbligatorie la mascherina e la distanza interpersonale con gli altri turisti.

Vacanze e Covid, cosa sceglieranno gli italiani

L’Istat prevede che quest’estate la metà degli italiani andrà in vacanza: il 33% sarebbe intenzionato a rimanere all’interno della Regione di residenza, mentre il 6% pensa di trascorrere le vacanze oltre i confini nazionali. La durata media delle vacanze, sempre secondo l’Istat, si attesterebbe a 14 giorni.

Per coloro che sceglieranno destinazioni estere, fino al 30 luglio 2021 sono in vigore alcune regole da rispettare, tra cui la necessità di avere la certificazione Green Pass.