giorgio armani, serio, primo piano

Ieri sera la nuova collezione di Giorgio Armani ha sfilato in passerella a palazzo Orsini, in via Borgonuovo. Al termine dello show, il noto stilista di origini piacentine si è mostrato eccezionalmente al pubblico e in conferenza stampa ha fatto luce su alcune voci che negli ultimi tempi circolavano sulla sua salute. L’instancabile “re Giorgio” ha ammesso di essersi dovuto prendere qualche giorno di riposo, per via di un ricovero in ospedale.

Giorgio Armani torna in presenza dopo il lungo “stop”

Lo scorso febbraio 2020 Giorgio Armani era stato il primo fra gli stilisti italiani a decidere di non aprire al pubblico la sua sfilata, intuendo la gravità dell’imminente situazione di emergenza pandemica.

Ieri sera, proprio colui che coraggiosamente aveva accettato di declinare il suo volere all’arrivo del Coronavirus ha dato il “via alle danze”, ritornando a sfilare in presenza. Chiusi i capitoli delle sfilate a porte chiuse e degli show digitali, “Re Giorgio” ha organizzato la sua sfilata per presentare la collezione moda uomo Primavera Estate 2022. La passerella è stata allestita a palazzo Orsini, in via Borgonuovo 21, storica sede dei defilé del marchio.

Giorgio Armani rompe il silenzio sul ricovero in ospedale

Al termine dell’applauditissimo show, Giorgio Armani ha risposto alle domande dei giornalisti presenti, parlando del suo nuovo lavoro e non solo.

Come riporta ilcorriere.it, lo stilista ha colto l’occasione per rompere il silenzio su una questione da tempo al centro dell’interesse dei più curiosi. Circolano le voci che sono stato ricoverato in ospedale. Ebbene, sì è vero e per 15 giorni. Più quelli fatti a casa” ha spiegato sorprendendo i presenti. Ho avuto un incidente e sono stato operato ha poi aggiunto rendendo noto un episodio che in pochi conoscevano fino a quel momento.

L’incidente di Giorgio Armani: “Sono caduto di faccia”

Intenzionato a condividere con i presenti l’esperienza vissuta, Armani avrebbe quindi iniziato a ricostruire l’accaduto. “Quando hanno aperto i cinema ho detto ‘finalmente vado a vedere un film’ ha iniziato rivelando la sua passione per il grande schermo. “Uscendo incontro sulla scala due buzzurri, uno voleva farsi notare e l’altro vendermi dei libri” ha poi continuato ricostruendo il momento del suo ritorno a casa. “Erano seduti, io sono passato non ho trovato il gradino e sono caduto di faccia ha infine aggiunto, spiegando di essersi ritrovato a terra dopo essere scivolato.

Giorgio avrebbe poi mostrato ai presenti la cicatrice che ancora oggi segna la pelle del suo braccio sinistro, partendo dalla spalla e arrivando fino all’avambraccio: “Ho ottenuto questo risultato”. Mi sono rotto l’omero in più punti e me ne hanno dovuti dare 17 per ricucire tutto ha rivelato, spiegando che non sarebbe potuto mancare alla sua prima sfilata in presenza. “Avete notato qualche piccola incertezza nel mio deambulare ecco spiegato il motivo. Era solo quello” ha ancora aggiunto, rispondendo a possibili dubbi dei presenti.

Giorgio Armani in passerella: l’ingresso per mano all’assistente Leo dell’Orco

Proprio la camminata di Giorgio Armani è stato uno dei momenti più attesi ed apprezzati della serata di ieri sera.

Lo stilista ha infatti fatto il suo ingresso sulla passerella al termine della sfilata, per mano del suo storico assistente: Leo dell’Orco. Sul collega al suo fianco da più di 45 anni, Armani ha dichiarato: Era giusto uscire con Leo che da cosi tanti anni mi aiuta sulle collezioni maschili, è il mio collaboratore ed è molto bravo così come mia nipote Silvana sulla donna”. Proprio queste due persone sarebbero le figure sulle quali Giorgio ha intenzione di puntare per gli anni a venire della sua maison: Sto preparando il mio futuro con le persone che ho in carico adesso”.

Approfondisci

L’appello di Giorgio Armani al mondo della moda: “Dobbiamo rallentare”

Giorgio Armani e il dolore del suo primo amore, una bimba morta a 9 anni