News

Antartide, l’enorme ghiacciaio di Pine Island si sgretola sempre più velocemente: l’allarme in un video

Secondo uno studio, se lo sgretolamento del ghiacciaio di Pine Island dovesse continuare a tali ritmi, il livello globale degli oceani potrebbe aumentare di circa 0,5 metri
antartide video del ghiacciaio pine island

Quello di Pine Island è uno dei ghiacciai dell’Antartide a muoversi con la maggiore velocità. Il suo stato di salute da tempo preoccupa i ricercatori, dato che rappresenta una spia importante delle condizioni climatiche del nostro pianeta. Secondo una recente ricerca dell’Università di Washington, lo strato di ghiaccio che collega questo ghiacciaio al mare è diminuito di ben 5 volte nell’arco di soli 3 anni, dal 2017 al 2020. Il processo sta causando un’anomala accelerazione del suo scorrimento verso l’oceano, con conseguenze potenzialmente drammatiche.

Pine Island, il ghiacciaio che si sta sgretolando

La particolarità del ghiacciaio di Pine Island, circa 250 chilometri di lunghezza nella regione occidentale dell’Antartide, risiede proprio nella velocità con la quale si muove fino ad entrare nel mare di Amundsen.

Nel corso dei decenni questo gigante era ormai diventato la principale causa dell’innalzamento del livello del mare nella zona antartica, ma il processo rimaneva piuttosto costante. Negli ultimi 3 anni i ricercatori hanno però notato un’improvviso aumento della velocità di scorrimento del ghiaccio, di circa il 12%.

Tutto ciò, secondo lo studio pubblicato sulla rivista Science Advances, è coinciso con una perdita significativa della piattaforma di ghiaccio, che si è ritirata di ben 19 chilometri.

Non è un caso che da Pine Island, tra il 2017 e il 2020, si siano staccati iceberg decisamente imponenti, in un processo spettacolare quanto pericoloso. È proprio il punto in cui il ghiaccio entra in contatto con l’acqua a rappresentare l’area di maggiore fragilità. Lo strato di ghiaccio che galleggia sulla superficie del mare, infatti, aiuta a trattenere la massa del ghiacciaio che si trova alle sue spalle, in qualche modo rallentandone lo scorrimento.

Se questo strato, come avvenuto negli ultimi anni, si sgretola progressivamente, il ghiacciaio finisce per accelerare la propria discesa nell’oceano.

Il ghiacciaio di Pine Island e l’innalzamento del livello degli oceani

La rapidità di tale processo preoccupa gli studiosi, perché rischia di mettere in serio pericolo la stabilità dell’intero ghiacciaio.

Pine Island, infatti, contiene miliardi di tonnellate di ghiaccio, che una volta riversate in mare comporterebbero un aumento del livello globale degli oceani di circa 0,5 metri.

I processi che abbiamo studiato in questa regione stavano portando ad un collasso irreversibile, ma ad un ritmo relativamente lento – sottolinea Ian Joughin, tra gli autori dello studio, sul sito dell’Università di Washington – Le cose potrebbero essere molto più repentine se dovessimo perdere la parte rimanente di quello strato di ghiaccio”. Un dato che fa riflettere, a maggior ragione se consideriamo che sono molti i ghiacciai nel mondo ad essere minacciati dagli effetti del cambiamenti climatico.

Lo sgretolamento del ghiacciaio di Pine Island (Youtube / University of Washington)

Potrebbe interessarti