Cronaca Italia

Si getta nel Piave per salvare la figlia 14enne: risucchiato dalla corrente, annega il padre 54enne

Un uomo di 54 anni è morto mentre salvava la figlia e un'amica che nuotavano nel Piave. Il corpo è stato rinvenuto nei pressi di Pederobba, in provincia di Treviso
soccorsi dei vigili del fuoco

Tragedia in provincia di Treviso, dove un uomo di 54 anni è morto dopo essersi tuffato nel Piave per salvare la figlia di 14 anni, che nuotava nel fiume insieme a un’amica. Salve le due giovani, ma non c’è stato niente da fare per il padre, risucchiato dalla corrente. Il suo corpo è stato rinvenuto ore dopo dai soccorritori accorsi sul luogo dell’incidente.

Salva la figlia gettandosi nel Piave e muore annegato

Non ce l’ha fatta Lammouchi Mohsen, 54enne di origine marocchina residente a Caerano di San Marco, che oggi, nel tardo pomeriggio, si è tuffato nel Piave per salvare la figlia di 14 anni.

La giovane stava nuotando insieme a un’amica nel tratto di fiume nei pressi di Pederobba, provincia di Treviso, quando sarebbe stata catturata dalle correnti del fiume. Il padre è intervenuto tuffandosi per soccorrere le due ragazze, ma non sarebbe riuscito a uscire dall’acqua, in cui è scomparso senza più tornare a galla. Salve le due giovani, che sono riuscite a raggiungere l’altra sponda del Piave.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco con i sommozzatori, il Suem 118 e i Carabinieri di Pederobba e Cornuda, allertati da un testimone che avrebbe assistito al salvataggio.

Il corpo dell’uomo è stato trovato nei pressi del cementificio Rossi di Pederobba in serata.

L’ennesimo salvataggio finito in tragedia

La vicenda, purtroppo, non è la prima del suo genere. La scorsa settimana un uomo è morto in spiaggia a Marina di Arbus, nel Medio Campidano, salvando la figlia 13enne che nuotava insieme a un’amica. Il 65enne avrebbe avuto un malore dopo essere riuscito a tornare a riva e, nonostante l’intervento dei soccorsi, per lui non c’è stato nulla da fare.

Analoga la sorte di un 31enne di Stresa, che ha accusato un malore mentre stava facendo il bagno con i 3 figli piccoli nel Lago Maggiore. L’uomo, secondo i testimoni, avrebbe soccorso uno dei figli prima di scomparire in acqua, mentre i bagnanti presenti aiutavano gli altri bambini a uscire dall’acqua.

Potrebbe interessarti