Mauro Coruzzi, il cambiamento incredibile di Platinette

Mauro Coruzzi è il conduttore radiofonico e personaggio televisivo che dagli anni ’90 veste i panni di Platinette. Negli ultimi anni, Mauro Coruzzi ha subito un cambiamento importante a livello fisico. L’ultimo anno è stato determinante per la trasformazione dell’interprete di Platinette. Ecco spiegate la trasformazione del conduttore di RTL 102.5.

Mauro Coruzzi, la confessione della malattia a Italia Sì

È il 2019 quando Mauro Coruzzi decide di spiegare le ragioni dell’abbandono del programma di Rai1, Italia Sì. In occasione della prima puntata, Mauro Coruzzi inizia così la confessione: “Buonasera, mi chiamo Maurizio Umberto Egidio Coruzzi, più semplicemente Mauro Coruzzi.

Ho 64 anni. Ho chiesto a Italia Sì di ospitarmi per questa prima puntata per spiegare quello che mi sta succedendo”. L’interprete di Platinette prosegue, poi, in questo modo “In tutti questi anni, un rumore sordo dentro di me. Un difficile male da combattere, perché è una patologia vera, che è il mangiare compulsivo senza averne bisogno […] Ho deciso, alla fine della stagione scorsa, quando è cominciato il silenzio in città, quando ero da solo a riflettere con me stesso, ho deciso che dovevo occuparmi a lavorare su di me e cominciare a mettere pace tra me e il mondo”.

Si tratta, infatti, di malessere di natura psicologica, che non ha niente a che fare con la genetica.

Mauro Coruzzi oggi, “Non ho più paura di cadere”

Mauro Coruzzi ha iniziato un lavoro su se stesso nel 2019, come annunciato da lui stesso ad Italia Sì. Oggi, dopo 2 anni, la strada è ancora lunga, ma in un’intervista a DiPiù Tv aveva detto “Riesco ad allacciarmi le scarpe senza fare numeri da circo, perché ero ostacolato da una pancia enorme. Ora salgo sulle biciclette e non ho più paura di cadere. Il percorso iniziato da Mauro Coruzzi 2 anni fa l’ha portato a iniziare una dieta ferrea, ma soprattutto un percorso psicologico importante.

Come raccontato dal conduttore di RTL 102.5, a monte della sua trasformazione c’è stato un grande cambiamento dal punto di vista mentale: “Ho fatto una serie di operazioni dal punto di vista psicanalitico, ho iniziato un percorso, ho iniziato a vedere la cosa cinicamente”.

Mauro Coruzzi, la sfida durante la pandemia

Durante un’intervista su RaiRadio2 per il programma Lunatici, Mauro Coruzzi, in arte Platinette, ha parlato della sua perdita di peso. Sembra proprio che la rinascita del conduttore sia iniziata, come per molti, durante quest’ultimo anno passato a casa.

Coruzzi, confessa, infatti “Adesso ho deciso di sopravvivere a me stesso, da un po’ di mesi a questa parte. All’inizio della pandemia mi è venuta voglia di mangiare meglio […] Ho pensato che gli anni che mi rimangono da vivere possono essere migliori se posso lavorare, vivere, camminare venti metri senza fermarmi con il fiatone. La spinta è stata dettata da un senso di sopravvivenza”.

Coruzzi ha poi concretizzato il suo percorso, partecipando al Cantante Mascherato, c’era lui infatti dietro la Tigre Azzurra, un modo per rimettersi in gioco e riprendersi la vita.