adriano celentano

Diverse generazioni hanno conosciuto Adriano Celentano nei panni di attore, in veste di cantante e non solo. In Pochi però conoscono il passato dello showman. In particolare ciò che ha vissuto prima del raggiungimento del successo che gli ha permesso di recitare in 43 film e di vendere 200 milioni di dischi in tutto il mondo.

Adriano Celentano, il successo tra musica e cinema

Adriano Celentano ha compiuto 83 anni lo scorso 6 gennaio. Data la carriera di successo, sono state diverse le generazioni di tutto il mondo che hanno potuto apprezzare il suo talento. Nel corso della carriera ha dimostrato di essere un artista completo, ottenendo successi sia nel mondo della musica che in quello cinematografico.

Pur definendosi da sempre più cantante che attore, è stato infatti molto apprezzato nella quarantina di film che lo hanno visto da protagonista, e anche come presentatore di diversi programmi televisivi.

Da cantante ha dato vita ad alcuni dei brani italiani più noti di sempre ed ha partecipato a Sanremo per ben cinque volte, vincendo l’edizione del 1970.

Adriano Celentano, tanti lavori prima del successo

Adriano Celentano oggi è uno dei principali esponenti della musica italiana. Prima di diventare tutto ciò (dopo aver lasciato la scuola con la conclusione delle elementari) ha svolto diversi mestieri.

L’ultimo e più apprezzato dei quali è stato quello di orologiaio. Da adolescente si è poi avvicinato al mondo della musica iniziando a suonare all’età di 15 anni la chitarra e cominciando ad interessarsi al rock’n’roll.

La scoperta del Rock ‘n’Roll

Influenzato da questo nuovo genere musicale proveniente dagli Stati Uniti, il giovane Adriano Celentano diede origine (assieme a quattro suoi amici) al gruppo Rock Boys. Dopo il debutto avvenuto nel 1956 nel locale di Milano Ancora e la prestazione presso il club molto più noto Santa Tecla, seguirono molte altre esibizioni in diversi teatri dell’Hinterland milanese.

Da qui il successo non tardò ad arrivare. Il gruppo cominciò a far parlare sempre più di se per via dei propri spettacoli. Quest’ultimi Caratterizzati oltre che dalle canzoni, da intermezzi di cabaret e di ballo.

Adriano Celentano ha dunque introdotto in Italia un nuovo tipo di musica. Spesso infatti nelle imitazioni dei brani americani (per la mancata conoscenza dall’inglese) cambiava le parole inventandosele. L’artista in un intervista ha ricordato: “Ho cominciato con le imitazioni.

Allora il rock’n’roll era una novità e se qualcuno lo cantava aveva successo anche se lo faceva male. Io imitavo Bill Haley per scherzare, con gli amici, in una sala da ballo in viale Zara. Avevo l’impostazione, ma per il resto ero tutto squadrato. Ma intanto la voce si spargeva, che io cantavo il rock’n’roll…”.