Katia Serra telecronista alla finale degli Europei di calcio

Dal calcio giocato alla telecronaca sportiva: è la sintesi del percorso di Katia Serra, prima donna voce di una finale degli Azzurri scelta per raccontare al pubblico la partita conclusiva degli Europei di calcio tra Italia e Inghilterra. Con lei, al posto di Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro (il primo risultato positivo al Coronavirus), Stefano Bizzotto.

Chi è Katia Serra, prima donna telecronista di una finale degli Azzurri

Il nome di Katia Serra è balzato in testa alle cronache collaterali alla straordinaria avventura dell’Italia negli Europei di calcio disputati dagli Azzurri nel 2021. È la prima donna a vestire i panni di telecronista in una finale del genere, voce scelta dalla Rai per raccontare Italia-Inghilterra al pubblico insieme a Stefano Bizzotto.

Classe 1973, Katia Serra è nata a Bologna il 5 aprile, sotto il segno dell’Ariete, è laureata in Scienze Motorie e ha sempre avuto la passione per il calcio. Il pallone è quello che lei stessa ha definito “compagno di giochi preferito” nei momenti di gioco con il fratello. Alle spalle anche altre discipline, dalla ginnastica artistica al nuoto, passando per softball, pattinaggio, atletica e basket. “Ma il primo amore non si scorda mai”, ha confessato, ed è così che, mancando una squadra di calcio femminile dove è cresciuta, ha virato sugli allenamenti nella rosa maschile con i coetanei.

Katia Serra e il calcio

Il suo sogno di arrivare in alto, in mente il suo idolo Michel Platini, sarebbe rimasto nel cassetto fino all’ingresso nella squadra femminile del Bologna, che l’ha vista poi debuttare in Serie B da titolare. Nella sua carriera di calciatrice, durata diversi anni e costellata da grandi traguardi ma anche numerosi infortuni, ha giocato nel campionato italiano di calcio femminile, con la maglia azzurra, e ha incassato importanti risultati (uno scudetto con il Modena, tre Coppe Italia, una Supercoppa italiana e una Italy Women’s Cup).

Ha concluso la sua parabola sportiva in Spagna. Costretta al ritiro per via di alcuni problemi fisici, non ha mai abbandonato del tutto il pallone e ha intrapreso una carriera importante nel mondo della telecronaca sportiva. Katia Serra ha iniziato a commentare il calcio, per poi passare alla Rai: “Il debutto in Torino-Reggiana di Serie A femminile – ha raccontato lei stessa nel suo sito web –, poi col trascorrere del tempo il passaggio al maschile, unica donna attualmente, a fare la voce tecnica in questo tipo di calcio“.

Katia Serra voce della finale Italia-Inghilterra di Euro 2020

Katia Serra è anche la donna che ha segnato la storia dei commentatori Rai perché prima voce femminile di una finale dell’Italia. Come riporta Repubblica, che l’ha intervista a ridosso dell’incontro decisivo degli Europei di calcio, in onda l’11 luglio 2021, è stata chiamata con Stefano Bizzotto a sostituire i telecronisti Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, bloccati a causa del Covid. “Ancora tanta gente non accetta una donna che parla di calcio, ma arrivo preparata“, ha dichiarato la telecronista, sottolineando il prezioso tenore dell’appuntamento: “Anche per me questa è la partita della vita“.

Katia Serra: vita privata e Instagram

La vita privata di Katia Serra non è emersa a favore di pubblico. Non ci sono informazioni che richiamino la presenza di una relazione amorosa nel suo presente, né riferimenti precisi al suo passato sentimentale. Non è sposata e quello che appare evidente è l’amore per il calcio, in tutte le sue forme, da quello giocato a quello raccontato e vissuto al di là del campo.

Un fuoco che arde nel cuore e che non smette di condividere con migliaia di follower sui social.

Via Instagram, dove è molto attiva, pubblica spesso aggiornamenti sulla sua attività. Tra le varie declinazioni della sua storia, quella di allenatore professionista UEFA A, consigliere federale, consigliere AIC e un bagaglio di passioni tra cui spiccano quelle per l’arte moderna, il cinema e l’etnologia.