Cronaca Italia

Festa in un locale a Taranto finisce in sparatoria. 10 ragazzi sono rimasti feriti, uno è in gravi condizioni

Dieci ragazzi sono stati trasportati in ospedale, uno di loro è in gravi condizioni
volante della polizia

Una festa tra universitari a Taranto si è trasformata in tragedia; uno di loro ha aperto il fuoco contro gli altri e ha ferito una decina di persone, uno di loro è al momento ricoverato in gravi condizioni, e si troverebbe al momento in prognosi riservata. Sul caso indaga la Squadra Mobile e la Volante; una persona sarebbe stata fermata.

Sparatoria in un pub a Taranto

Teatro della sparatoria tra studenti, un disco-pub di San Vito, Taranto. Stando alle prime informazioni trapelate, nel locale era stata organizzata una festa tra studenti universitari per un massimo di 300 persone.

Dietro la sparatoria ci sarebbe una rissa scaturita da un litigio tra due gruppi di giovani; uno proveniente da zona Grottaglie e uno provienente da zona Tamburi.

Al culmine del litigio, uno dei ragazzi protagonisti della lite ha impugnato una pistola calibro 9 e aperto il fuoco tra la folla.

10 persone rimaste ferite nella sparatoria nel pub a Taranto

Il bilancio della sparatoria è grave, il ragazzo che ha impugnato l’arma ha colpito una decina di persone: si tratta di quattro ragazze e sei ragazzi di età compresa tra i 20 e i 28 anni.

Sul posto sono immediatamente giunti i soccorsi con ambulanze del 118 che hanno trasportato i feriti presso l’ospedale Santissima Annunziata di Taranto, dove sono stati sottoposti ad operazione chirurgica per l’estrazione dei proiettili; tre di loro, riferisce Repubblica, sono già stati dimessi, altri due sono al pronto soccorso, altri sono stati trasferiti di reparto e uno sarebbe ancora in gravi condizioni e ricoverato in prognosi riservata.

Fermato un ragazzo per la sparatoria a Taranto

Sul caso indaga la Squadra Mobile e la Volante; una persona, riferisce Ansa, sarebbe stata fermata.

A sparare sarebbe stato un ragazzo di circa 20 anni, ha estratto l’arma mentre si trovava in uno spazio esterno appartenente all’area del locale.

Potrebbe interessarti