vigili del fuoco

Incendio nella notte a Modena dove una palazzina ha preso improvvisamente fuoco intorno all’1. Il bilancio parla di 18 persone trasportate in ospedale per effettuare degli accertamenti, mentre altre 2 persone sono state trasferite nei centri ustioni di Parma e Verona e sarebbero gravi. Dalle prime informazioni che emergono, l’incendio parrebbe di origine dolosa e le indagini andranno avanti per capire cosa sia realmente successo mentre i vigili del fuoco hanno lavorato senza sosta per ora per spegnere le fiamme.

Incendio a Modena: 20 persone in ospedale, 2 gravi

Sul posto sono intervenuti la polizia, i vigili del fuoco e il 118.

Ai pompieri sono servite sette squadre per spegnere l’incendio scoppiato nella notte. I soccorritori hanno lavorato poi fino alle 4 del mattino prima di riuscire a domare e poi spegnere le fiamme. Le due persone portate nei centri ustioni di Parma e di Verona si troverebbero in condizioni gravi, mentre le condizioni di salute degli altri 18 non desterebbero preoccupazioni. Questi ultimi sono stati portati negli ospedali di Baggiovara, al Policlinico di Modena e a Sassuolo a causa di una intossicazione da fumo. 11 persone sono state visitate direttamente sul posto dal personale del 118.

Dopo i primi accertamenti sull’incendio, non si esclude che questo possa essere stato appiccato da una persona residente nello stabile andato a fuoco, spiega Ansa. Le indagini quindi andranno avanti per chiarire tutta la dinamica.

Le cause dell’incendio e il sospetto che sia doloso

Il Resto del Carlino rivela i primi accertamenti condotti dalla polizia di Stato dopo lo scoppio dell’incendio e le operazioni di soccorso ai residenti. Viene riportato infatti che un uomo avrebbe cosparso di benzina il proprio appartamento per poi appiccare il fuoco. Il fatto sarebbe accaduto intorno all’1 di notte.

A quel punto le fiamme si sarebbero propagate velocemente in tutta la palazzina, così come il fumo che avrebbe quindi invaso la struttura.