Politica

Canone Rai fuori dalla bolletta elettrica: il Governo Draghi pronto a cancellare la riforma Renzi

Il Governo Draghi sta valutando di eliminare il canone Rai dalla bolletta elettrica, come promesso all'UE nell'ambito del PNNR: i dettagli della misura
mario draghi cancella canone rai in bolletta

Novità in arrivo per l’annoso Canone Rai, che da qualche anno viene inserito direttamente nella bolletta elettrica. Secondo quanto riportato, il Governo di Mario Draghi starebbe varando una nuova misura per venire incontro alle richieste dell’Europa circa gli oneri impropri presenti nei costi di energia. A saltare potrebbe essere proprio la tassa “spostata” da Matteo Renzi.

Draghi pronto a togliere il canone Rai dalla bolletta: la novità del PNNR

Nel disegno di legge sulla concorrenza che dovrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri domani – giovedì 29 luglio – potrebbe esserci una grossa novità per quanto riguarda il Canone Rai.

Viene riportato infatti che il Governo presieduto da Mario Draghi avrebbe intenzione di togliere la tassa sulla tv pubblica dalla bolletta elettrica. Una misura che andrebbe incontro alla richiesta di Bruxelles di togliere la possibilità ai venditori di elettricità di “raccogliere tramite le bollette somme che non sono direttamente correlate con l’energia“. Draghi avrebbe promesso all’UE di impegnarsi in tal senso e, per questo, la cancellazione del Canone dalla bolletta potrebbe rientrare nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNNR).

Al momento, tuttavia, quella emersa resta un’ipotesi: le fonti riportano che il provvedimento potrebbe anche richiedere un iter parlamentare che allungherebbe di conseguenza i tempi; la cancellazione in questo caso non sarebbe attiva almeno fino al prossimo anno.

Canone Rai in bolletta: a introdurlo Matteo Renzi nel 2015

La questione del Canone Rai è sempre stata controversa: per ovviare all’evasione della tassa sulla tv pubblica, il Governo presieduto da Matteo Renzi, nel 2015, aveva inserito la stessa nella bolletta elettrica come parte della Legge di Stabilità.

9 euro al mese per 10 mesi, contro gli oltre 110 degli anni prima della riforma. La misura ha certamente messo un freno all’evasione della tassa – che ricordiamo è valida non solo per il possesso di apparecchi tv ma anche tablet, smartphone, PC in grado di  ricevere il segnale digitale terrestre o satellitare – ma ha anche suscitato le critiche dell’Europa. L’obbligo mediante addebito sulle fatture di società elettriche, infatti, ha fatto aumentare i costi delle bollette e da qui arriva la possibile volontà di Draghi di cancellare la riforma Renzi.

Poche illusioni, però: la rimozione del Canone Rai dalla bolletta non significa la sua eliminazione in toto; è infatti possibile che si ritornerà al sistema in vigore prima del 2015.

Potrebbe interessarti