Gossip

Romina Carrisi ha lavorato in uno strip club, la rivelazione ad anni di distanza: “Ho fatto incontri assurdi”

Romina Carrisi rivela di aver lavorato in uno strip club quando viveva in America. La figlia di Al Bano e Romina Power ha spiegato che in passato ha sentito bisogno di allontanarsi da tutto per crearsi una sua "dimensione"
Romina Carrisi

Romina Carrisi è la più giovane dei figli di Al Bano Carrisi e Romina Power. Nata e cresciuta in una famiglia di artisti, l’attrice ha recentemente rivelato di aver lottato per riuscire a individuare la sua “dimensione”. Le ingombranti carriere dei suoi genitori hanno a lungo influito su di lei, portandola alla ricerca di forme di espressione personale. Fra le sue esperienze passate c’è anche il periodo trascorso lavorando in uno strip club.

Romina Carrisi fra popolarità e privilegi

Romina Carrisi ha parlato di sé nel corso di una lunga intervista con Il Fatto Quotidiano.

La figlia di Romina Power e Al Bano Carrisi ha affrontato gli argomenti che più le stanno a cuore, dalla sua infanzia alla sua situazione sentimentale attuale, dando ampio spazio anche ai periodi più difficili della sua vita. Il successo dei suoi genitori ha inevitabilmente influito sulla sua esistenza, portandola a vivere “sotto i riflettori”, “giudicata anche quando hai solo voglia di essere capita”. La popolarità acquisita dalla famiglia le è spesso costata l’accusa di essere privilegiata e lei stessa ammette di credere di esserlo talvolta.

“Essere privilegiata non mi ha esentato da una vita a tratti complicata, per quanto molto piena” ha però osservato.

“Da adolescente, ho vissuto momenti in cui ho provato sensazioni difficili da gestire, o magari mi sono sentita in balia degli eventi più che protetta” ha rivelato Romina. “Da una parte mi ha formato il carattere, dall’altra ha prodotto molte carenzeha aggiunto facendo luce su un periodo complesso del passato. “Si cresce, si cerca di strutturarsi meglio e, se necessario, di corazzarsi. Ed io ad un certo punto ho capito che per farlo dovevo prendere in mano la mia vitaha spiegato.

Romina Carrisi e la “fuga” in America: il lavoro in uno strip club

Proprio per assecondare l’esigenza di costruirsi autonomamente una strada, Romina Carrisi ha deciso di concludere gli studi negli Stati Uniti. “Ho studiato quattro anni a Los Angeles recitazione, improvvisazione e scrittura” ha ricordato. “Ho fatto anche l’attrice e mi piace stare in scena ma ho compreso che cercavo dei ruoli soprattutto per nascondermi” ha ammesso riflettendo su di sé. Durante la sua esperienza in Nord America inoltre Romina aveva lavorato anche come cameriera in uno strip club.

Non mi sono mai sentita una figlia di papà– ha rivelato a tal proposito- avevo bisogno di provare esperienze nuove, di tuffarmi in un mondo completamente sconosciuto”.

Romina Carrisi e l’incontro con Quentin Tarantino

Nel periodo in cui ha lavorato come cameriera in uno strip club, Romina ha vissuto in prima persona esperienze mai provate prima.

“Ho osservato molto, mi sono divertita, ho fatto incontri assurdi” ha ammesso ripensando a quei momenti. Parlando proprio dei clienti del locale in cui lavorava, la Carrisi ha rivelato il nome di uno dei frequentatori più assidui. “Ogni tanto arrivava Quentin Tarantino: gli piaceva una ragazza che somigliava molto ad Uma Thurman” ha ammesso svelando quanto visto.

Romina Carrisi e l’esperienza nello strip club: “M’infilavo di nascosto le banconote negli stivali”

Come da lei stessa raccontato, anche Romina ha conquistato il cuore di uno dei clienti dello strip club, arrivando a infrangere le regole del locale per appropriarsi del denaro regalatole da lui. “Noi cameriere eravamo costrette a dare tutte le mance al manager del locale, un tipo str*****imo” ha raccontato. “Una sera un cliente iraniano s’innamora di me e mi rifila mance da 100 dollari, così correvo in bagno e m’infilavo di nascosto le banconote negli stivali” ha aggiunto portando alla luce quei momenti.

“A fine serata il capo mi disse: ‘Com’è che non hai tirato su manco dieci dollari?’– ha concluso- io feci la faccia da svampita e me ne andai soddisfatta, con le banconote nello stivale“.

Potrebbe interessarti