Cronaca Italia

Green pass, nel decreto stretta su scuola e trasporti: dal 6 agosto scattano le nuove regole per bar e ristoranti

Il governo Draghi accelera sul green pass, con nuove strette su scuola e trasporti in particolare. Resistenza della Lega sulle regole che entreranno in vigore dal 6 agosto
green pass per scuola e trasporti

È previsto per la serata di martedì l’arrivo del nuovo decreto con le regole per il green pass, che verrà probabilmente esteso anche a scuola e trasporti. Mentre il governo Draghi cerca di far quadrare i conti per garantire un autunno in sicurezza, c’è la prima alzata di scudi della Lega, contraria all’ampliamento dell’uso del green pass. Intanto, il 6 agosto entreranno in vigore le nuove regole per accedere ad alcune attività, tra cui la consumazione al chiuso per bar e ristoranti.

Green pass, il nuovo decreto su scuola e trasporti

Una giornata, quella del 5 agosto, in cui il governo Draghi sarà impegnato con il rafforzamento del green pass, decisioni che devono essere prese in vista di settembre, con la riapertura delle scuole.

Si accelera quindi, non senza resistenze all’interno della maggioranza.

Alle 11.30 si riunisce la cabina di regia con Mario Draghi e i ministri competenti, ma già oggi il premier ha incontrato il ministro della Salute Roberto Speranza, il commissario straordinario Francesco Figliuolo e Franco Locatelli, presidente dell’Iss.

Poi alle 16 il Consiglio dei Ministri, che potrebbe vedere qualche resistenza da parte della Lega, scettica anche sulle ultime norme.

Scuola: obbligo di green pass per gli insegnanti

Sembra che l’intenzione del governo sia andare verso l’obbligatorietà per gli insegnanti di green pass, una misura che non dovrebbe creare troppi problemi, visto che già l’85% del personale scolastico è vaccinato. Un modo per scongiurare il ritorno alla didattica a distanza, la famigerata DAD, e assicurare la sicurezza anche agli studenti, per cui il green pass, comunque, non sarebbe obbligatorio.

Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione, vuole andare in questa direzione, assicurando che al suono della campanella “sarà tutto in presenza“.

Figliuolo è fiducioso anche sul successo della campagna vaccinale per la fascia tra i 12 e i 19 anni, con i giovani invitati a fare il vaccino prima del rientro a scuola.

Il nodo dei trasporti

Per quanto riguarda i trasporti, è già previsto l’obbligo di green pass per aerei, traghetti e treni già dal 1 settembre. Anche qui si vuole andare verso il rafforzamento, con l’introduzione del certificato verde per chi lavora nel settore dei trasporti pubblici. Il Ministero della Salute vorrebbe effettivo già da agosto l’uso del green pass, ma pesano ancora una volta le resistenze all’interno della stessa maggioranza.

Green pass: braccio di ferro della Lega sulle proposte

Non sembra d’accordo con quanto deciso finora dal governo la Lega, che ha presentato ben 900 emendamenti al decreto attuale, con le regole che entreranno in vigore dal 6 agosto. Per bocca del ministro del Turismo Massimo Garavaglia, il partito di Matteo Salvini si oppone alla strada presa, anzi vorrebbe dei paletti per limitare l’uso del green pass per l’estate.

Cinque punti, come le dita di una mano.

Sono quelli che la Lega chiede vengano introdotti per agevolare la stagione turistica, e non solo. Misure improntate al pragmatismo e alla semplificazione“, dichiara il leghista. Le proposte sono di togliere l’obbligo fino ai 18 anni, inserire l’autocertificazione per bar e ristoranti, l’esenzione per i servizi alberghieri e per sagre e fiere e, infine, nessun certificato verde per accedere ai trasporti.

Post Facebook della Lega
Post Facebook della Lega

La replica del PD

A stretto giro arrivano le reazioni della parte opposta della maggioranza, con Matteo Ricci, del Partito Democratico, che si oppone a queste richieste.

Il vaccino è l’unica arma che abbiamo, più persone si vaccineranno e meglio sconfiggeremo questo virus. Il green pass è uno strumento giusto, l’abbiamo salutato positivamente perché afferma un concetto: se tu vuoi vivere da solo, senza gli altri, puoi permetterti di non vaccinarci. Se vivi in comunità, insieme agli altri, la tua libertà finisce quando inizia quella degli altri, quindi hai il dovere di vaccinarti“, ha dichiarato a Radio Immagina.

L’atteggiamento di Salvini in questi mesi, ma anche nelle ultime ore, è del tutto inappropriato. Lui dovrebbe dare i messaggi che stanno dando tutti, il presidente della Repubblica, il premier Draghi, invece continua a strizzare l’occhio, lui e la Meloni, al movimento no-vax, pensando così di prendere dei voti in più“, ha dichiarato il dem.

Green pass, cosa succede da venerdì 6 agosto

Intanto, da venerdì 6 agosto scatterà l’uso obbligatorio per accedere ad alcuni servizi per chi ha più di 12 anni. In particolare, il green pass sarà necessario per usufruire della consumazione in bar e ristoranti al chiuso, per musei, iniziative culturali, spettacoli e concerti all’aperto, per accedere allo stadio e alle competizioni sportive, ma anche per palestre, piscine e parchi divertimento e acquatici. Già dal 1 luglio, comunque, è indispensabile per viaggiare nell’area Schengen.

Come ottenere il green pass

Il green pass viene automaticamente prodotto dal Ministero della Salute, su indicazione dei dati forniti da Regioni e Province autonome, 15 giorni dopo la prima dose di vaccino, per i guariti dal Covid-19, o con un tampone eseguito nelle 48 ore precedenti. La notifica viene inviata tramite SMS o e-mail con un codice di autenticazione, e può essere scaricato sul sito del governo tramite SPID o Cie, con Tessera Sanitaria, o nel Fascicolo sanitario elettronico, oppure tramite le App Immuni e IO.

Approfondisci:

Green pass Covid, come riconoscere i certificati autentici ed evitare falsi: le indicazioni del Governo

Zona Gialla, che probabilità ci sono per un ritorno entro Ferragosto e quali Regioni sono a rischio

Potrebbe interessarti