Economia

Bonus rottamazione tv al via: 100 euro per cambiare televisore. Il modulo per richiedere l’incentivo

C'è una data per l'inizio del bonus rottamazione tv: fino a 100 euro per cambiare apparecchio in vista del passaggio al nuovo digitale. Il modulo da scaricare
bonus rottamazione tv il modulo

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto per il bonus rottamazione tv 2021, l’incentivo per l’acquisto di nuovi apparecchi adatti al nuovo digitale terrestre in arrivo nei prossimi mesi. La misure era stata annunciata lo scorso 7 luglio, ma ora c’è una data dalla quale si potrà iniziare a richiedere il bonus, che vale uno sconto sul prezzo d’acquisto. Nell’articolo è disponibile anche il modulo da scaricare per ottenere l’incentivo.

Bonus rottamazione: dal 23 agosto via alle richieste

Un mese esatto fa il ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto che rende attiva la norma che consentirà di acquistare un nuovo apparecchio televisivo con un bonus di massimo 100 euro.

Nello specifico, la nuova misura è stata pensata per incentivare l’acquisto di televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici: nei prossimi mesi ci sarà un altro switch-off e molti apparecchi saranno obsoleti, di fronte alla nuova trasmissione digitale terrestre denominata Dvbt-2/Hevc Main 10.

Nello specifico, il bonus consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto fino a un massimo di 100 euro e bisogna rottamare un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018.

Non ci sono limiti ISEE e lo stesso bonus è cumulabile con il vecchio incentivo tutt’ora in vigore. Per il bonus, riportano le fonti, sono stati stimati circa 250 milioni di investimento.

Bonus rottamazione tv: i requisiti e il modulo per richiederlo

Sono tre i requisiti richiesti per accedere al bonus rottamazione tv:

  • residenza in Italia;
  • rottamazione di un televisore;
  • il pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione. “A tal riguardo è previsto che potranno accedere all’agevolazione anche i cittadini, di età pari o superiore a settantacinque anni, che sono esonerati dal pagamento del suddetto canone“, riferisce il Ministero.

La rottamazione può essere fatta consegnando al rivenditore il vecchio televisore e usufruendo dello sconto per il nuovo acquisto. Starà al commerciante occuparsi poi dello smaltimento dell’apparecchio e ottenere a sua volta un credito fiscale pari allo sconto riconosciuto al cliente. In alternativa, si può portare la vecchia tv ad un’isola ecologica autorizzata: sarà poi necessario un modulo per l’avvenuta consegna del vecchio apparecchio, di modo da poter ottenere comunque lo sconto al momento del nuovo acquisto.

QUI potete trovare il modulo necessario: viene richiesto di auto-certificare che il televisore è stato acquistato prima del 2018 e che è stato riconsegnato al venditore o al centro di raccolta.

Potrebbe interessarti