Cronaca Nera

Uccide la moglie e la figlia di 15 anni, poi si toglie la vita: dall’autopsia emerge un drammatico dettaglio

Emergono nuovi elementi sul duplice omicidio e suicidio consumatosi in un appartamento di Francolino di Carpiano, nel Milanese
77enne spara e uccide la moglie

Emerge un drammatico dettaglio dopo le autopsie condotte sui corpi di Catherine Panis, 42 anni, Salvatore Staltari, 70, e della loro figlia 15enne Stefania dopo il duplice omicidio-suicidio consumatosi nella loro abitazione di Francolino di Carpiano, nel Milanese. Secondo la ricostruzione, l’uomo avrebbe ucciso moglie e figlia diverse ore prima di togliersi la vita.

Uccide la moglie e la figlia di 15 anni, poi si suicida: dall’autopsia un drammatico dettaglio

Salvatore Staltari, il 70enne che il 22 agosto scorso avrebbe ucciso moglie e figlia nel loro appartamento di Francolino di Carpiano (Milano), avrebbe agito contro le due vittime almeno 7 ore prima di suicidarsi.

È quanto emerge dall’autopsia condotta sul suo corpo e su quello di Catherine Panis, 42 anni, e della figlia 15enne Stefania. I primi elementi emersi dopo l’analisi sui cadaveri, trapelati dopo gli esami post mortem e riportati dall’Ansa, fisserebbero il decesso di entrambe tra le 6 e le 7 del mattino. La morte del 70enne, invece, sarebbe da collocare intorno alle 14, pochi minuti dopo la telefonata con cui avrebbe allertato i soccorsi confessando di aver compiuto il duplice omicidio e preannunciando il suicidio.

Suicida dopo aver ucciso moglie e figlia a Carpiano: la ricostruzione

Dai primi esiti delle autopsie su padre, madre e figlia eseguite presso l’Istituto di Medicina legale di Pavia, dunque, sarebbe emerso un atroce scenario: l’uomo sarebbe rimasto per almeno 7 ore accanto ai cadaveri prima di togliersi la vita. A trovarli, il 22 agosto scorso nel loro appartamento di Francolino di Carpiano, nel Milanese, sono stati i carabinieri.

Il medico legale, riferiscono numerose fonti, avrebbe confermato che a causare il decesso della 42enne e della 15enne, così come quello dell’omicida-suicida, sarebbero stati alcuni colpi di arma da fuoco.

A evidenziare due tempi differenti tra i decessi delle due e quello dell’uomo, riporta ancora l’Ansa, sarebbe stata, in particolare, la diversa decolorazione del corpo, post mortem, a causa della stasi del sangue dopo la cessazione dell’attività cardiaca.

Potrebbe interessarti