Chi è

Charlène di Monaco, chi è: tutto sulla principessa ed ex nuotatrice e modella, moglie di Alberto di Monaco

Da settimane ormai Charlène di Monaco è al centro delle cronache rosa a causa della sua lunga separazione dal marito per motivi di salute
Charlène di Monaco. Tutto sulla principessa

Charlène Lynette Wittstock in Grimaldi è la principessa consorte del Principato di Monaco e moglie di Alberto di Monaco, con il quale è sposata dal luglio del 2011. Nelle ultime settimane la principessa Charlène è stata al centro delle cronache rosa a causa della sua lunga assenza dal Principato, per motivi di salute, che ha fatto pensare ad una crisi matrimoniale con tanto di divorzio in arrivo.

Charlène di Monaco, un passato da atleta e modella

Nata in Zimbawe e cresciuta in Sudafrica, Charlène Lynette Wittstock è stata fin da subito lanciata nel mondo dello sport, per la precisione del nuoto, di cui è stata grande appassionata e campionessa.

Classe 1978, nata il 25 gennaio a Bulawayo, Zimbabwe, Charlène ha origini sia tedesche sia inglesi. Il padre, Michale Kenneth Wittstock è proprietario di un’industria tessile, ma uno dei suoi antenati era originario della Germania, emigrato in Sudafrica per l’estrazione dei diamanti. La madre invece è un’ex nuotatrice che le ha trasmesso la passione per l’acqua; Charlène ha preso parte a diverse competizioni sportive vincendo due medaglie d’oro e una d’argento ai giochi panafricani di Johannesburg nel 1999 e si è classificata quinta nella staffetta 4×100 stile libero alle olimpiadi di Sidney.

Charlène avrebbe dovuto partecipare anche alle olimpiadi di Pechino 2008, ma ha dovuto rinunciare a causa di un infortunio ad una spalla. Non solo il nuoto, Charlène è stata anche modella apprezzata sulle passerelle di tutto il mondo.

L’amore tra Charlène e il principe Alberto

Charlène e Alberto si conoscono per la prima volta nel 2001: da questo primo incontro è nata una bellissima amicizia che solo anni dopo, nel 2006, si è trasformato in amore.

Nonostante le numerose difficoltà, come la scoperta dei due figli nati da due relazioni diverse del principe Alberto, i due arrivano all’altare nel luglio 2011. Il 1° si sposano con rito civile e il 2 luglio si sposano con rito religioso.

Nel corso degli anni Charlène è stata ribattezzata dai tabloid e dai giornali come una principessa triste, più volte descritta come compagna felice, innamorata e devota in pubblico, ma travolta dalla tristezza in privato. Alcune indiscrezioni uscite ai tempi delle nozze, hanno insinuato che la principessa non volesse nemmeno più sposarsi.

Pare anche che avesse tentato la fuga almeno tre volte.

I figli di Charlène e Alberto di Monaco

Il 30 maggio 2014 i Principi di Monaco hanno annunciato di essere in attesa del loro primo figlio. Nel corso dei mesi è stato poi reso noto che si trattava in realtà di una coppia di gemelli, Gabriella Thérèse Marie e Jacques Honoré Rainier, nati il 10 dicembre 2014.

Alcune curiosità su Charlène di Monaco

Sono diverse le curiosità sull’attuale principessa di Monaco

  • Sapevate ad esempio che è una delle poche donne al mondo a potersi vestire di bianco ad un’udienza con il Papa? Questo dipende dal fatto che è sposata con un monarca cattolico
  • Per poter sposare il principe Alberto, Charlène si è convertita al cattolicesimo
  • Charlène è la seconda principessa consorte che il Principato di Monaco abbia mai avuto, la prima è stata Grace Kelly.
  • Uno dei primi incarichi ufficiali di rappresentanza del Principato all’estero è stato in occasione del funerale di Nelson Mandela nel 2013.
  • Charlène parla l’Afrikaans, l’inglese, il francese e comprende il dialetto monegasco.
  • Da anni si adopera per i bambini più poveri che vivono nei Paesi in via di sviluppo
  • Ha prestato anche il suo sostegno ad un’associazione che si occupa dei bambini affetti da autismo
  • Ha creato una propria fondazione, la Fondation Princesse-Charlène à Monaco, a favore di donne e bambini in difficoltà nel mondo
  • È Presidente onoraria della Croce Rossa del Sudafrica
  • È appassionata di surf, escursionismo in montagna, ama la lettura.
  • Combatte per la tutela degli animali con la Born Free Foundation
  • Possiede almeno 17 titoli nobiliari

Potrebbe interessarti