Cronaca Italia

Green Pass senza aver fatto il vaccino: le modalità per ottenere la certificazione verde e dove si può scaricare

Come si può ottenere il Green Pass senza aver effettuato il vaccino anti-Covid e dove si può scaricare
green pass senza vaccino come ottenerlo

Il Green Pass sta diventando sempre più importante nella quotidianità delle ultime settimane, consentendo l’accesso a luoghi ed eventi in ambienti chiusi. La certificazione verde si può ottenere anche senza aver ricevuto il vaccino, ecco con quali modalità.

Green Pass senza vaccino per chi è guarito dal Covid

È possibile ottenere il Green Pass per tutti coloro che abbiano contratto il Covid e siano guariti nei 6 mesi precedenti. Secondo le FAQ del Governo, infatti, “Regioni, Province autonome, medici di base, laboratori di analisi e farmacie trasmettono le informazioni relative a vaccinazioni, test e guarigioni al livello centrale.

Una volta raccolte le informazioni, la Piattaforma nazionale del Ministero della Salute rilascia la Certificazione“, la quale dovrebbe essere generata entro il giorno successivo. La validità del Green Pass sarà in questo caso pari a 180 giorni, cioè 6 mesi.

Green Pass senza vaccino per chi effettua i tamponi

Anche un tampone negativo dà diritto al Green Pass. Come specificato dal Governo, “la trasmissione dei dati richiede poche ore, la generazione della Certificazione avverrà nella giornata“.

Il certificato verde ottenuto in questo modo vale per le successive 48 ore dall’ora del prelievo.

I test validi al fine di ottenere il Green Pass sono i seguenti:

  • test molecolare, effettuato su un campione di secrezioni respiratorie, generalmente un tampone naso-faringeo. Permette di rilevare la presenza di materiale genetico (RNA) del virus;
  • test antigenico rapido, effettuato tramite tamponi nasali, orofaringei o nasofaringei. Evidenzia in 30/60 minuti la presenza di componenti (antigeni) del virus. Deve essere effettuato da operatori sanitari o da personale specializzato, che trasmetteranno i dati tramite del Sistema Tessera Sanitaria alla Piattaforma nazionale DGC per l’emissione della Certificazione.

Al momento sono quindi esclusi gli autotest rapidi, i test salivari e i test sierologici.

Green Pass senza vaccino per alcune categorie

Infine, la circolare del Ministero della Salute dello scorso 4 agosto esenta alcune categorie di persone dall’obbligo del Green Pass:

  • bambini sotto i 12 anni;
  • persone che non possono ricevere il vaccino per ragioni mediche. In questo caso, il Governo fa sapere che “Per accedere ai servizi e alle attività che richiedono un Green Pass, le persone che non possono ricevere o completare la vaccinazione per motivi di salute possono utilizzare fino al 30 settembre una Certificazione di esenzione dalla vaccinazione, rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale“.

Green Pass, come ottenerlo e dove richiederlo

I canali per ricevere il Green Pass sono i seguenti:

  • App Immuni: richiede l’inserimento di numero e data di scadenza della propria Tessera sanitaria, e il codice Authcode ricevuto via email o SMS in seguito alla prestazione sanitaria.
  • App IO: dopo aver accesso tramite SPID o CIE, la ricezione del Green Pass avviene tramite notifica;
  • Sito dedicato: si può accedere tramite SPID o CIE per acquisire la propria Certificazione, oppure inserire il numero e la data di scadenza della propria Tessera sanitaria e il codice Authcode.
  • Fascicolo sanitario elettronico, effettuando l’accesso;
  • Rivolgendosi al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta, o al farmacista, che potranno recuperare la Certificazione grazie al Sistema Tessera Sanitaria. La Certificazione verde COVID-19 sarà consegnata in formato cartaceo o digitale.

Potrebbe interessarti