Cronaca Nera

Incidente Torino, coinvolte cinque auto. Dopo la madre morta anche la figlia 16enne

Nell'incidente sono rimaste coinvolte cinque automobili. Mamma e figlia stavano andando a scuola per l'esame di ammissione
Cto di Torino

Si aggrava il bilancio del gravissimo incidente automobilistico avvenuto a Rivoli, cittadina alle porte di Torino. Lo scontro aveva coinvolto 5 automobili e in una di queste viaggiavano una donna di 43 anni e la figlia 16enne. La donna è deceduta presso mentre la figlia era stata trasportata in ospedale in gravissime condizioni.

Rivoli, mamma e figlia coinvolte in un incidente: si aggrava il bilancio

C’è una seconda vittima nel drammatico incidente che ha coinvolto ben 5 automobili, avvenuto alle 7.40 presso una rotonda di Rivoli (Torino).

Tra le auto c’era anche una panda con a bordo una donna e sua figlia; la donna è venuta a mancare il giorno stesso, dopo essere stata trasportata presso l’ospedale di Rivoli, mentre la figlia ha lottato tra la vita e la morte fino ad oggi, mercoledì 1 settembre, ma non ce l’ha fatta.

La giovane di 16 anni è deceduta quest’oggi mentre si trovava ricoverata presso l’ospedale CTO di Torino, dove era stata trasportata d’urgenza dopo l’incidente. Il padre avrebbe già acconsentito alla donazione degli organi.

Mamma e figlia erano dirette a scuola per l’esame di ammissione

Le due donne si stavano dirigendo verso il liceo di scienze umane Darwin di Rivoli per permettere alla figlia di sostenere l’esame di latino, per essere ammessa al terzo anno.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia municipale di Rivoli, l’incidente è avvenuto intorno alle 7.40 del mattino, madre e figlia si stavano immettendo su una rotonda, erano in coda quando un’Audi A4 guidata da un 57enne è sopraggiunta travolgendole. L’autista pare non aver avuto modo di frenare, tant’è che ha fermato la sua corsa dopo aver superato l’aiula che si trova al centro della rotonda per poi impattare contro una quarta vettura.

Come riferito dalla Polizia di Rivoli, il 57enne è risultato negativo all’alcoltest. Al momento mancano ancora i risultati del test tossicologico. Non ci riusciamo a spiegare perché stesse andando così veloce. Perché non abbia frenato, non abbia in nessun modo cercato di evitare l’urto. È una persona in salute ha fatto sapere il comandante della Polizia di Rivoli Marco Lauria.

Potrebbe interessarti