Cronaca Italia

Mahmood lancia un appello e una raccolta fondi per il palazzo in fiamme a Milano: “Sarà più dura ricominciare”

L'appello del vincitore di Sanremo è un invito a non dimenticare e a continuare ad aiutare. Partita anche una raccolta fondi
mahmood lancia appello e raccolta fondi palazzo milano

Dopo il devastante incendio che ha distrutto il palazzo di via Antonini a Milano, il 29 agosto, la corsa alla solidarietà è già partita, supportata anche dal passaparola sui social. Forte è l’appello di Mahmood a non dimenticare chi ha bisogno.

Mahmood dopo l’incendio del palazzo a Milano: “Per molti dei miei vicini sarà più dura ricominciare

L’alloggio di Mahmood si trovava al nono piano della Torre di Moro a Milano ed è da lui che è partito un accorato appello e una raccolta fondi per aiutare chi ha perso tutto.

Per molti dei miei vicini sarà più dura ricominciare, non tutti possono ricostruire una vita in pochi giorni e riavere ciò che avevano primascrive oggi l’artista su Instagram – Molte persone e molte famiglie hanno necessità di aiuto. Spero veramente che questa situazione non verrà dimenticata in pochi giorni e che si faccia quanto possibile per aiutare tutti coloro che ne hanno bisogno“.

Il giorno dell’incendio Mahmood aveva ringraziato i Vigili del Fuoco e i suoi fan preoccupati con queste parole, su Instagram: “Sto bene. Per fortuna non ci sono state vittime.

Un grazie ai vigili del fuoco per l’incredibile lavoro svolto e a voi tutti per i messaggi. Vi voglio bene. La vita è bella”. Anche per il vincitore di Sanremo oggi sarà il giorno in cui potrà rientrare nella propria abitazione e capire cosa sia rimasto dei propri effetti personali.

Mahmood parla su Instagram dell'incendio della palazzina a Milano

Mahmood lancia una raccolta fondi per il palazzo di via Antonini

Mentre la solidarietà viaggia sui social, Mahmood rilancia una raccolta fondi per aiutare le famiglie coinvolte dall’incendio. Da parte del Comune di Milano è stato attivato il supporto psicologico, tramite due psicologhe, per i residenti della palazzina devastata.

Già nel pomeriggio l’assessore del Comune di Milano alle Politiche sociali e abitative, Gabriele Rabaiotti, prevede l’inizio delle operazioni di screening e la programmazione delle attività di supporto. Sarebbero già iniziati i lavori anche per trovare una collocazione agli abitanti del condominio, in attesa che questo venga ripristinato.

Mahmood lancia una raccolta fondi su Instagram per la palazzina bruciata a Milano

Nel frattempo, martedì sera alcuni coinquilini dei piani più bassi hanno potuto rientrare per primi nei propri appartamenti, per recuperare quanto è stato risparmiato dalla furia del fuoco.

Potrebbe interessarti