Cronaca Italia

Palazzo in fiamme a Milano: la devastazione nelle immagini dei vigili del fuoco dopo l’incendio

Immagini impressionanti dal palazzo milanese di via Antonini devastato dall'incendio che avrebbe potuto causare una strage
palazzo incendiato a Milano: le immagini

Palazzo divorato dall’incendio in via Antonini a Milano: le immagini del sopralluogo dei vigili del fuoco mostrano la devastazione dopo lo spaventoso rogo che ha divorato l’edificio. Alcune foto diffuse in Rete mostrano lo stato dell’esterno e dell’interno del grattacielo, aggredito da un terribile abbraccio di fuoco il 29 agosto scorso. Nessuna vittima tra le circa 70 famiglie residenti, ma tanta rabbia e tanti interrogativi per quella che poteva tradursi in una strage.

Palazzo in fiamme a Milano: la devastazione nelle immagini dei vigili del fuoco dopo l’incendio

Da alcuni scatti forniti dai vigili del fuoco e riportati dall’Ansa, per la prima volta emerge lo stato degli interni del grattacielo di via Antonini bruciato il 29 agosto scorso nel terribile incendio che ha visto decine di uomini mezzi impegnati sul campo.

Il rogo ha devastato la struttura, provocando pericolosissimi cedimenti di materiale in fiamme e la perdita dell’abitazione per decine di famiglie. Dopo la violenza del fuoco, Torre dei Moro appare spettrale. Quello che si mostra agli occhi di operatori e inquirenti è uno scheletro di pareti annerite, cenere, vetri in frantumi e buio che racchiude oggi tanti interrogativi e la grande rabbia dei residenti.

Un tweet mostra la foto dell'interno del palazzo bruciato a Milano
Un tweet mostra la foto dell’interno del palazzo bruciato a Milano

I vigili del fuoco, coordinati dall’aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Marina Petruzzella, sono tornati nell’appartamento al 15° piano in cui avrebbe avuto origine il rogo, poi sviluppatosi per un “effetto camino” in tutta la facciata del palazzo. Secondo chi indaga – la Procura ha aperto un fascicolo per disastro colposo – si sarebbe trattato di uno scenario “mai visto”.

I video dopo l’incendio restituiscono la portata di un evento senza troppi precedenti.

Palazzo in fiamme: le indagini dopo l’incendio

Secondo le ipotesi che si rincorrono dopo l’accaduto, il sistema antincendio della Torre dei Moro avrebbe presentato diverse “criticità” di cui anche alcuni residenti si sarebbero lamentati. In particolare, riferisce Ansa, le “bocchette” dell’impianto, da attivare manualmente, avrebbero funzionato fino al 5° piano, sarebbero risultate invece inattive tra il 5° e il 10°, e funzionanti solo in parte tra il 10° e l’ultimo piano del palazzo.

Tra i condomini monta la rabbia.

Abbandonati dalle istituzioni, è come si sentirebbero alcuni residenti del grattacielo che ora hanno perso tutto: “Siamo in mezzo alla strada con dei bambini piccoli – ha affermato un abitante dell’edificio, riporta TgCom24. Per adesso non ci sono grandi risposte, ma tante domande. E soprattutto tanto bisogno di aiuto“. 

Potrebbe interessarti