News

Milano, incendio del palazzo di 15 piani: il punto su vittime e crolli. Parlano Beppe Sala e Attilio Fontana

L'incendio che nel tardo pomeriggio di ieri ha distrutto un palazzo di 15 piani a Milano non dovrebbe aver causato vittime. I vigili del fuoco escludono anche il rischio crolli. Parlano il sindaco di Milano Beppe Sala e il governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana.
Incendio milano palazzo

L’incendio che nel tardo pomeriggio di ieri ha distrutto un intero palazzo di 15 piani a Milano ha destato grande preoccupazione nelle ultime ore. Le immagini dell’edificio avvolto dalle fiamme e dal fumo hanno fatto il giro del web e dei canali tv mostrando uno scenario raccapricciante. Il sindaco del capoluogo lombardo Beppe Sala ha parlato in queste ore dell’episodio disastroso, mentre la Procura ha aperto un’inchiesta per disastro colposo. Anche il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana ha commentato il tragico incidente. Per ora non sembrerebbero fortunatamente esserci vittime.

Milano, l’incendio devasta il palazzo di 15 piani: la valutazione del rischio crolli

Nel tardo pomeriggio di ieri, un grattacielo di 15 piani, soprannominato “Torre del Moro” ha preso fuoco a Milano. I vigili del fuoco giunti sul posto hanno iniziato immediatamente le operazioni di spegnimento, che si sono protratte per tutta la notte e che sarebbero ancora attualmente attive. L’edificio non rischia di cadere ha comunicato la centrale operativa dei vigili del fuoco di Milano a Adnkronos.

Non è stata intaccata la struttura portante, si è bruciato il rivestimento ma non c’è pericolo che crollihanno aggiunto.

Le operazioni di controllo dei singoli piani starebbero tuttavia proseguendo lentamente, a causa delle condizioni della struttura. “Il palazzo è ancora in fase di spegnimento – fanno sapere- siamo ancora sul posto con tutte le squadre e stiamo cercando di salire i piani, che restano bollenti. “Abbiamo difficoltà a salire per constatare che tutti siano effettivamente stati evacuati. Per ora siamo arrivati fino al sesto piano” hanno chiarito.

Fra i residenti dell’edificio vi sarebbe anche il cantante Mahmood.

Il vincitore del Festival di Sanremo 2019 dovrebbe abitare al nono piano e avrebbe lasciato l’edificio subito dopo la diffusione dell’ordine di evacuazione.

Palazzo in fiamme a Milano, parla il sindaco Beppe Sala: si escludono vittime

Nonostante la gravità dell’incendio e la dispersione di pannelli della facciata infuocati nella zona circostante all’edificio, pare che i primi soccorritori siano riusciti a raggiungere l’ultimo piano facendo uscire tempestivamente gli inquilini degli alloggi. TgCom24 ha riportato le prime parole del sindaco di Milano, Beppe Sala.

“Sono stati contatti tutti i residenti del palazzo e la buona notizia è che hanno risposto tuttiha rassicurato. “Da quello che capiamo, avendo contattato tutti, credo che in questo momento che ci siano vittime lo si possa escludere– ha spiegato- possiamo tirare un sospiro di sollievo”.

“A questo punto i vigili del fuoco completeranno i lavori di spegnimento ed entreranno in tutti gli appartamenti, però il fatto di aver parlato con tutti gli inquilini ci rende più tranquilli ha chiarito. “Ora c’è da pensare a questa povera gente che ha perso tutto, ora un aiuto immediato poi troveremo le formule e ci attiveremo per dare una manole sue parole.

Gli stessi inquilini del palazzo avrebbero collaborato alle operazioni di evacuazione, aiutando i vigili del fuoco a controllare l’eventuale presenza di persone nei piani, durante la rapida uscita dall’edificio.

Sala ha insistito inoltre sulla necessità di comprendere come l’incendio possa essere avvenuto. “Va capito perché in un palazzo di costruzione così recente, di dieci o undici anni fa, possa essere successo quello che è successo” ha commentato parlando di responsabilità. Intanto, la Procura ha aperto un’inchiesta per disastro colposo.

Attilio Fontana commenta le immagini dell’incendio del palazzo di Milano

Anche il governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana ha commentato il tragico episodio avvenuto ieri ai danni dell’edificio milanese. “Tremende le immagini del palazzo in fiamme a Milano” ha scritto su Facebook. “Nella torre residenziale vivono circa 60 famiglie, i Vigili del Fuoco sono entrati per sfondare, una dopo l’altra, tutte le porte e accertarsi che le persone fossero uscite” ha aggiunto.

“Per il momento, secondo quando riferiscono le fonti di informazione, non si registrano vittime ha rassicurato. “Grazie ai Vigili del Fuoco, alle Forze dell’Ordine e ad Areu intervenuti con prontezza e professionalità” la sua conclusione.

Potrebbe interessarti