Cronaca Italia

La Sicilia resta in zona gialla ma non sarà sola: le regioni che potrebbero entrare in zona gialla da lunedì

I dati del Covid-19 in Italia - La Sicilia resterà in zona gialla anche la prossima settimana ma non sarà sola a colorarsi di giallo dal prossimo lunedì 20 settembre 2021.
speranza

La Sicilia resta in zona gialla ancora per altri 15 giorni, tenuta quindi a rispettare l’obbligo di mascherina anche all’aperto e la capienza limitata per gli stadi e anche per gli spettacoli all’aperto. Da lunedì 20 settembre però potrebbe non essere più la sola: anche la Calabria, infatti, sembra destinata al cambio di zona a partire dalla prossima settimana. Come ormai la popolazione è abituata, la decisione verrà confermata nella giornata di venerdì dal Ministero della Sanità e a quel punto anche la Calabria dovrà rispettare le stesse regole della Sicilia.

I dati e le regioni che passano dalla zona bianca alla zona gialla

A suggerire che il destino della Calabria sia quello di passare dalla zona bianca alla zona gialla, è l”ultimo aggiornamento dei dati Agenas.

La regione, infatti, avrebbe la terapia intensiva al 12%, mentre gli altri reparti ospedalieri al 21%. Incidenza contagi ogni 100mila abitanti ultime tre settimane sarebbe di: 191; 176; 128.

Al momento le regole prevedono che si passi dalla zona bianca a quella gialla quando l’incidenza settimanale dei contagi è pari o superiore a 50 ogni 100.000 abitanti per 3 settimane consecutive; quando il tasso di occupazione dei posti letto in area medica supera il 15% e, in ultimo, quando il tasso di occupazione della terapia intensiva per pazienti col Covid-19 è superiore al 10%.

La Sicilia resta gialla

Nessuna evoluzione di colore per la regione Sicilia, che resta in zona gialla, ma per cui i dati segnalerebbero un miglioramento. Rispetto alla scorsa settimana, infatti, l’incidenza cala da 158 a 118 nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti. Anche i ricoveri nei reparti ordinari diminuiscono: sono infatti passati da 850 a 772, con un tasso di occupazione dei posti letto calato dal 23,2% al 20,7%.

Anche per i ricoveri in terapia intensiva si vede un calo, dal 13,8 all’11,8%. Al momento quindi non esiste il pericolo di passaggio in zona arancione.

Il Covid-19, i contagi e la situazione in Sardegna

Si è parlato a lungo non solo dei dati della Sicilia, ma anche di quelli della Sardegna. La situazione nell’isola va migliorando: la regione è scesa da 91 a 54 contagi settimanali ogni 100mila abitanti, mentre i pazienti in terapia intensiva sono scesi da 30 fino a 23. Il tasso di ospedalizzazione dal 14,7% è passato all’11,3%.

Potrebbe interessarti