Cronaca Italia

17enne vittima di abusi chiede aiuto in farmacia con la frase “Vorrei una mascherina 1522”

Una giovane ragazza 17enne vittima di abusi ha chiesto aiuto in farmacia con la frase in codice "Vorrei una mascherina 1522". Così sono partite le indagini.
polizia immagine di repertorio

Una ragazzina di 17 anni è andata in una farmacia di Oristano e lì ha chiesto aiuto con la frase “Vorrei una mascherina 1522“, un segnale che il personale della farmacia ha subito colto permettendo l’inizio di una indagine. Da quanto emerge, sembra che gli abusi commessi da un amico di famiglia nei confronti della 17enne andassero avanti ormai da 5 anni. Mesi di indagini hanno portato all’arrestato un uomo di  60 anni, accusato di violenza sessuale pluriaggravata su minore.

Vorrei una mascherina 1522“: come sono partite le indagini a Oristano

Due ragazzine si sarebbero presentate in farmacia pronunciando la frase che ha messo in allarme il personale.

Sul retro una dottoressa si sarebbe fatta raccontare la vicenda dall’inizio. La giovane si era prima confidata con l’amica che l’accompagnava rivelando che l’orco era un amico di famiglia che avrebbe abusato di lei da quando aveva 12 anni, obbligandola e rimanere in silenzio con alcune minacce. Proprio grazie a questa denuncia portata in farmacia, la polizia che ha aperto un’indagine che alla fine ha portato all’arresto del 60enne.

Il racconto della giovane e le indagini della polizia

Il dirigente della Squadra Mobile di Oristano, Samuele Cabizzosu, ha raccontato al Corriere della Sera come si sono svolte le indagini: “Abbiamo ascoltato la vittima degli abusi, alla presenza di uno psicologo: lei all’inizio era reticente, non voleva che denunciassimo. Evidentemente aveva parlato con l’amica perché aveva bisogno prima di tutto di sfogarsi con qualcuno“. La polizia ha messo comunque sotto controllo l’uomo oggetto delle indagini: “Questi deve essere venuto a conoscenza dei controlli a suo carico e altrettanto la moglie, che gli ha chiesto conto del suo comportamento“, ha aggiunto.

In farmacia chiedi la Mascherina 1522: la campagna

Fondamentale in questa circostanza è stata la campagna nazionale In farmacia chiedi la Mascherina 1522 partita durante il lockdown per denunciare la violenza domestica in farmacia. L’iniziativa è nata grazie ad un accordo tra i centri antiviolenza e la Federazione dei farmacisti. Dopo aver detto la frase, il farmacista si attiverà per fornire supporto alla persona che ne fa richiesta.

Report settimanali sulla violenza sulle donne a cura del Governo.

1522 numero antiviolenza e stalking
1522 numero antiviolenza e stalking

Potrebbe interessarti