Cronaca Nera

Bambino morto nel supermercato a Perugia, fermo per la madre: trovato un coltello, si indaga per omicidio

Un bambino di 2 anni è stato portato morto, con segni di coltellate, in un supermercato in provincia di Perugia. Disposto il fermo per omicidio per la madre, una 44enne
macchina dei carabinieri

La vicenda del bambino morto sulla cassa del supermercato di Città della Pieve, in provincia di Perugia, si tinge di colori foschi dopo che i Carabinieri hanno disposto il fermo per omicidio per la madre. La donna, una 44enne di origini ungheresi, sarebbe stata trovata con un coltello nella borsetta, che non è stato al momento riconosciuto come l’arma del delitto. La donna, ieri pomeriggio, era entrata nel supermercato con il corpo del bambino tra le braccia, posandolo poi sul nastro delle casse.

Bambino morto nel supermercato di Perugia: fermo per omicidio per la madre

Troppe incongruenze nel racconto della madre, entrata verso le 15.30 nel supermercato di Città della Pieve con il corpo senza vita del bambino tra le braccia.

Nella sua borsetta sarebbe stato trovato il coltello che potrebbe aver inflitto le ferite riscontrate sul corpo del piccolo di soli 2 anni. Non è accertato che sia quella l’arma del delitto, ma tanto è bastato per disporre il fermo per omicidio per la donna di 44 anni.

La madre, interrogata dai Carabinieri di Città della Pieve e del Nucleo investigativo di Perugia, avrebbe inizialmente dichiarato di aver accoltellato lei il figlio, per poi ritrattare spiegando di averlo trovato così, martorizzato da diverse coltellate.

Sta ora alla Procura di Perugia stabilire i contorni di questa morte, a partire dalle analisi sul coltello trovato in possesso della madre.

Entra nel supermercato con il figlio morto tra le braccia

La donna è entrata ieri in un supermercato della frazione Po ‘Bandino di Città della Pieve, a Perugia, con il corpo del figlio tra le braccia. Secondo quanto emerso finora, il bambino era già morto quando la donna lo ha depositato sul nastro trasportatore della cassa.

Segni di diverse coltellate sul collo e sul torace, con la donna coperta di sangue e in stato confusionale.

I Carabinieri, poco dopo, hanno trovato tracce di sangue in un casolare abbandonato poco distante dal supermercato. Sul luogo anche il fasciatoio e il passeggino, che hanno fatto pensare fosse quello il luogo dell’omicidio. Madre e figlio sarebbero stati ospiti di una casa famiglia a Chiusi, provincia di Siena. Gli investigatori dovranno stabilire anche come mai la donna si trovava così distante dal luogo di dimora.

Potrebbe interessarti