Cronaca Nera

Femminicidio a Velletri, ex carabiniere uccide la moglie e si getta dal terzo piano: si indaga sull’omicidio-suicidio

Ennesimo femminicidio a Velletri, dove un ex carabiniere di 72 anni avrebbe ucciso la moglie per poi gettarsi dal terzo piano della palazzina dove abitavano. La Procura indaga sull'omicidio-suicidio
via matteotti femminicidio velletri

Tragedia a Velletri, dove si è consumato l’ennesimo femminicidio. Un uomo di 72 anni, ex carabiniere, avrebbe ucciso la moglie per poi gettarsi dal terzo piano in via Giacomo Matteotti, poco fuori dal centro città. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe stato affetto da disturbi psichici, mentre la moglie sarebbe stata malata da tempo. L’omicidio-suicidio lascia attonita la comunità di Velletri, che si stringe di fronte a questo ennesimo femminicidio.

Femminicidio, 72enne ex carabiniere uccide la moglie e si getta dal terzo piano

Un femminicidio, l’ultimo di una lunga lista, ha colpito la città di Velletri.

Un uomo di 72 anni, carabiniere in pensione, avrebbe ucciso la moglie di 68 anni per poi gettarsi dalla finestra al terzo piano della palazzina dove la coppia viveva. Come riportano i media locali, ci sarebbe stato un litigio, culminato poi nell’omicidio-suicidio. I soccorsi, allertati dai vicini e sopraggiunti dopo che l’uomo si è gettato nel vuoto, hanno trovato la moglie priva di vita in casa.

Secondo i primi rilievi la donna sarebbe stata uccisa con un corpo contundente.

Per lei non ci sarebbe stato nulla da fare, l’ex carabiniere è invece stato trasportato in condizioni disperate al Pronto Soccorso di Velletri, dove è spirato poco dopo l’arrivo.

Velletri sconvolta dal femminicidio, il sindaco: “Quadro di sofferenza e di malattia”

Un episodio che sconvolge la città dei Castelli Romani, poche decine di chilometri da Roma. Il sindaco Orlando Pocci ha condiviso lo sgomento della comunità con un post su Facebook: “Esprimo cordoglio a nome della Città di Velletri per i drammatici fatti accaduti questa mattina quando un uomo ha ucciso la moglie e poi si è suicidato, due morti che gravano sulla nostra comunità attonita per il dolore“.

Castel Sant’Elia, 65enne spara alla moglie con il fucile e si toglie la vita: il femminicidio davanti la figlia

Le responsabilità, oltre l’evidente femminicidio, saranno definite dalla magistratura; le prime notizie fanno emergere un quadro di sofferenza e di malattia che probabilmente avremmo dovuto proteggere con maggiore impegno da parte di tutte le istituzioni“, conclude il primo cittadino. Secondo quanto emerso finora, sembra che il 72enne soffrisse da tempo di depressione e che stesse ricevendo cure psichiatriche.

La moglie invece sarebbe stata gravemente malata da tempo.

1522 numero antiviolenza e stalking
1522 numero antiviolenza e stalking

Potrebbe interessarti