Cronaca Italia

Whatsapp, Instagram, Facebook down: arrivano le scuse dell’azienda. L’ipotesi dietro al crollo dei siti

Whatsapp, Instagram, Facebook sono in down da più di due ore ormai. Un problema che ha colpito l'azienda di Mark Zuckerberg e sembrerebbe grave. Perché i siti siano "spariti"
Facebook, Whatsappa e Instagram down

Whatsapp, Instagram, Facebook e Messenger sono bloccati da circa due ore ormai. Gli utenti si sono accorti del down intorno alle 17. 30 di lunedì 4 ottobre 2021, non solo in Italia ma pare in tutto il mondo. Al momento non sono state svelate le cause di un crollo delle piattaforme così grave, ma dal profilo Twitter ufficiale di Facebook sono arrivate le scuse da parte dell’azienda.

Questa è solo l’ultima recente crisi che Mark Zuckerberg si trova a dover affrontare. Nelle ultime ore hanno fatto scandalo le dichiarazioni di Frances Haugen, ex manager, che ha accusato l’azienda di ignorare il benessere degli utenti per ottenere un maggior profitto.

Facebook si scusa su Twitter per il blocco dei Social Network

Non è chiaro cosa ci sia dietro il Whatsapp, Instagram, Facebook e Messenger down, fatto sta che milioni di utenti in tutto il mondo non riescono ad accedere ai diversi social da più di due ore ormai e non sembra nemmeno ci sia margine di ripristino a breve.

Su Twitter è arrivato un messaggio direttamente dal profilo ufficiale di Facebook: “Siamo consapevoli che alcune persone hanno problemi ad accedere alle nostre app e ai nostri prodotti.

Stiamo lavorando per riportare le cose alla normalità il più rapidamente possibile e ci scusiamo per gli eventuali disagi“.

Un messaggio simile è comparso anche sul profilo Twitter di Instagram: “Instagram e amici stanno attraversando un momento un po’ difficile e potresti avere problemi a utilizzarli. Abbi pazienza, ci siamo!

Perché i social di Mark Zuckerberg hanno smesso di funzionare

Al momento non è chiaro cosa stia succedendo ai social di Mark Zuckerberg; stando a quanto sta circolando in rete in queste ore, tra Twitter, Tik Tok&Co.

Il problema sarebbe grave, pare che il sito di Facebook sia misteriosamente scomparso dalla rete insieme agli altri. Secondo gli esperti la causa del problema sarebbe connessa ai DNS, sitema utilizzato per associare nomi a domini, ma non è stato confermato nulla. Altre voci in circolo sul web segnalano operazioni di “ripristino” non specificate.

Le accuse dell’ex manager a Mark Zuckerberg

Al momento Mark Zuckerberg se la sta vedendo con una delle crisi peggiori che l’ha colpito dalla creazione di Facebook. Una ex manager, Frances Haugen, ha denunciato la società di aver messo il profitto di fronte al benessere degli utenti che non sono mai stati protetti.

L’ex manager, a riprova delle sue dichiarazioni, ha consegnato la documentazione a legislatori statunitensi e al Wall Street Journal. L’accusa è chiara, Facebook ha volutamente scelto di avere un impatto negativo sugli utenti più giovani per il profitto, invece di tutelarli: “C’erano conflitti di interesse tra ciò che era buono per il pubblico e ciò che era buono per Facebook” ha detto Haugen in un’intervista a 60 Minutes. Ora Mark Zuckerberg pare dovrà risponderne.

Potrebbe interessarti