Politica

Scioglimento Forza Nuova e movimenti neo-fascisti, le mozioni dopo gli scontri di Roma: “Attacchi squadristi”

Dopo l'assalto al centro di Roma, con la sede della Cgil presa di mira, diversi politici si sono espressi per annunciare che presenteranno mozioni di scioglimento per Forza Nuova e altri movimento neo-fascisti
scioglimento forza nuova

Il giorno dopo gli scontri che hanno coinvolto il corteo no-green pass a Roma, diverse mozioni si fanno largo per chiedere lo scioglimento di Forza Nuova e degli altri movimenti neo-fascisti, fautori degli attacchi alla sede della Cgil e dell’ospedale Umberto I. Ci sono 12 arrestati per l’assalto, tra cui Roberto Fiore, fondatore di Terza Posizione e Forza Nuova, e il suo erede Giuliano Castellino. Da più parti ci si schiera contro la violenza “squadrista” riversatasi nella Capitale, un’escalation rispetto alle precedenti manifestazioni no-vax e no-green pass.

Forza Nuova, richieste di scioglimento per le associazioni neo-fasciste

Il centro di Roma preso d’assalto, con via del Tritone e Palazzo Chigi barricati per resistere a quei manifestanti che si sono separati dal corteo e si sono diretti verso le sedi del governo.

Lancio di lacrimogeni e uso di idranti per contenere la guerriglia urbana, con un bilancio di 38 agenti feriti. Ci sono stati 12 arresti e circa 600 manifestanti sono stati identificati. La manifestazione, organizzata da Forza Nuova e dalle associazioni no-green pass, è degenerata in poco tempo, con alcuni uomini che hanno vandalizzato la sede della Cgil e il Pronto Soccorso dell’Umberto I.

Proprio davanti la sede del sindacato erano presenti Giuliano Castellino e Roberto Fiore, che hanno arringato la folla, puntando il dito contro l’accordo fatto dalla Cgil per il green pass sui luoghi di lavoro. Una parte della politica e della società civile si è sollevata rispetto a quanto accaduto, chiedendo lo scioglimento sia del partito di Fiore che degli altri movimenti neo-fascisti.

Giuliano Castellino e Roberto Fiore sede Cgil
Giuliano Castellino e Roberto Fiore davanti la sede della Cgil

PD e LeU presentano le mozioni per lo scioglimento di Forza Nuova

Sandro Ruotolo, senatore di LeU-Ecosolidali, ha dichiarato che presenterà una mozione al Senato con cui si “chiede l’attuazione della norma transitoria della Costituzione per lo scioglimento di quelle organizzazioni che s’ispirano al fascismo come Forza Nuova, CasaPound e Lealtà e Azione“.

Il giornalista, in visita presso la sede della Cgil di Como in solidarietà, ha commentato quanto accaduto ieri come “un’azione eversiva” e un “attacco alla nostra democrazia“.

Tweet di Sadro Ruotolo

Alla Camera verrà presentata un’altra mozione a firma PD, come annunciato da Emanuele Fiano.

Basta violenza dei gruppi neofascisti. L’assalto fascista di ieri alla sede nazionale della CGIL non è che la goccia che fa traboccare il vaso“, dichiara il deputato. Dal Partito Democratico il fronte è unito, con vari esponenti che condannano le “degenerazioni intollerabili“, come le ha definite il segretario Enrico Letta.

Tweet di Andrea Orlando

Conte per lo scioglimento: “Assalto squadrista”

Anche dal Movimento 5 Stelle la condanna per l’assalto alla Cgil è durissimo. “Non possiamo accettare che nel nostro Paese ci siano azioni ed aggressioni di questo tipo“, ha dichiarato Giuseppe Conte, “Ritengo che ci siano le premesse per lo scioglimento di Forza Nuova“.

Il leader del Movimento ha partecipato alla manifestazione in solidarietà alla Cgil, insieme ad altri politici e figure istituzionali, definendo la guerriglia avvenuta ieri guidata da “volontà deliberata di condurre attacchi squadristi“.

Potrebbe interessarti