News

Uccisa a 15 anni da un colpo di fucile a Brescia: a sparare non è stato il padre ma il fratello 13enne

Sarebbe stato il fratello di 13 anni a sparare il colpo di fucile che ha ucciso la 15enne morta ieri in provincia di Brescia. Padre e figlio sembra stessero mostrando l'arma alla giovane, quando è partito un colpo accidentale
auto dei carabinieri

Tragico incidente a San Felice del Benaco, in provincia di Brescia, dove una 15enne è morta colpita da un colpo accidentalmente partito da un fucile. Secondo quanto emerso dall’interrogatorio del padre, che si pensava avesse premuto il grilletto, è stato invece il fratellino di 13 anni a esplodere il colpo. Padre e figlio stavano mostrando il fucile alla 15enne, quando è avvenuta la fatalità. Per la giovane non c’è stato niente da fare.

Brescia, a sparare il colpo contro la 15enne è stato il fratellino 13enne

Emergono nuovi particolari sull’incidente avvenuto ieri a San Felice del Benaco, nel bresciano.

Una ragazza di 15 anni è stata colpita da un colpo di fucile mentre il padre e il fratello di 13 anni glielo mostravano. Durante l’interrogatorio nella notte del padre, è emerso che a premere il grilletto sia stato proprio il secondogenito di quest’ultimo, in quello che sembrerebbe essere stato un colpo accidentale.

Il 13enne non sarebbe imputabile per la morte della sorella. Il fucile era carico, particolare su cui approfondiranno le indagini, e regolarmente detenuto dal padre della vittima.

Il tragico incidente nel bresciano: morta la 15enne

Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di sabato, verso le 16.30. Inizialmente, le ricostruzioni hanno riportato che a sparare il colpo di fucile che ha ucciso la 15enne fosse stato il padre, mentre mostrava l’arma ad alcuni parenti. La giovane sarebbe stata colpita in pieno petto e, nonostante l’immediata chiamata ai soccorsi, non ce l’ha purtroppo fatta.

Il pm Carlo Milanesi della Procura di Brescia, arrivato sul posto per i sopralluoghi, ha ipotizzato che si sia trattato di un drammatico incidente, su cui per il momento non ci sarebbero dubbi.

Il cordoglio di San Felice del Benaco per la morte della 15enne

Profondamente colpita la comunità di San Felice del Benaco, comune di 3mila anime sul Lago di Garda, dove la famiglia risiede. Il sindaco e l’amministrazione comunale, con un messaggio su Facebook, hanno espresso la loro partecipazione nel lutto della famiglia colpita, “a cui si stringe con profondo dolore e commozione“.

Potrebbe interessarti