TV e Spettacolo

Chico Forti scrive a Jo Squillo: la sua lettera al GF Vip dopo lo sciopero della fame della cantante

Chico Forti ha scritto una lettera a Jo Squillo, dopo aver saputo del suo sciopero della fame al Grande Fratello Vip. Le sue parole sono state lette da Alfonso Signorini.
Jo Squillo Chico Forti

Ieri sera, al Grande Fratello Vip si è parlato di un noto fatto di cronaca internazionale che ha come protagonista un personaggio italiano: Enrico Forti, detto Chico. Lo scorso venerdì, Jo Squillo ha intrapreso lo sciopero della fame, chiedendo di ottenere informazioni su di lui, da oltre 20 anni in carcere in USA accusato di omicidio. Alfonso Signorini ha sorpreso la cantante recitando in diretta una lettera scritta proprio da Forti.

Chico Forti scrive a Jo Squillo: al Grande Fratello Vip la sua lettera dal carcere

Le richieste di Jo Squillo al Grande Fratello Vip sono state esaudite: per lei sono arrivati i tanto attesi aggiornamenti sulla situazione di Chico Forti.

“Ci è arrivata una nota della Farnesina, sollecitata da noi, sulla situazione di Chico Forti ha annunciato ieri sera Alfonso Signorini nel corso della diretta. “Addirittura, lo stesso Chico Forti dal suo luogo di detenzione ha scritto una mail a me e a Jo” ha aggiunto emozionato. Pare infatti che l’ex produttore televisivo abbia saputo dell’iniziativa della cantante all’interno del reality, decidendo di scriverle direttamente dal carcere in cui si trova.

Forti è accusato di aver ucciso un uomo, morto assassinato il 15 febbraio 1998 a Miami. Lui ha sempre dichiarato di essere vittima di un errore giudiziario.

“Per Alfonso Signorini e tutti i telespettatori del Grande Fratello. Alfonso, non ho la fortuna di conoscerti personalmente, ma dopo essere stato inondato di messaggi relativi al vostro interessamento è doveroso esprimerti la mia più sincera gratitudine…” scrive Forti. “Tu e Jo siete mia fenice mediatica– continua- ti allego una mia riflessione preparata per Jo, augurandomi che tu gliela possa leggere o far pervenire”.

“A breve ti stringerò la mano con un abbraccio– promette- nel frattempo, ti auguro in bocca alla balena per la trasmissione. Grazie per il sangue fresco nelle vene… Chico”.

Alfonso Signorini legge la nota della Farnesina su Chico Forti

Alfonso Signorini ha anche letto la nota giunta direttamente dalla Farnesina, in merito allo stato della richiesta di estradizione in Italia per Forti. “La Farnesina continua a perseguire con il massimo impegno – in particolare attraverso l’Ambasciata a Washington – ogni possibile canale che possa condurre prima possibile ad una soluzione di questa triste e difficile vicenda” scrive l’istituzione.

“Proprio in questi giorni si stanno intrecciando dei contatti ad alto livello che dovrebbero portare a dei chiarimenti in grado di favorire il trasferimento in Italia di Chico” riferisce.

La lettera di Chico Forti per Jo Squillo: “Grande sorella”

Lette queste prime righe, il conduttore ha poi lasciato spazio alla lettera che Chico ha scritto a Jo Squillo. “Grande sorella, il tuo annuncio, o meglio la tua richiesta d’informazioni su come proceda l’iter del mio rientro, ha fatto breccia nella corazza che 22 anni hanno formato” le sue parole per la cantante.

“Al tramonto sei ancora accanto a me, affiancata da milioni d’italiani…” continua. “È tempo di osservare la luna, di chiederle un passaggio su quel carro immaginario che gli antichi egizi credevano riportasse un sole stanco alla stazione di partenza” scrive ancora speranzoso.

Forti spiega quindi di apprezzare il gesto della cantante e di vedere in lei l’“empatia in quella Italia che non conosce nord o sud, ricchi o poveri, uomini o donne e, tantomeno, ideologie politiche”. “L’Italia unita– osserva- sa far fronte a prevaricazioni ed ingiustizie a bilanciare il peso di queste catene”.

“Come personaggio e come amica, insieme ai milioni di telespettatori del Grande Fratello, mi hai ridato la voce con le corde vocali recise” dichiara. “‘L’opposto di amore non è odio, è indifferenza; l’opposto dell’arte non è il brutto, è l’indifferenza; l’opposto della fede non è eresia, è indifferenza; e l’opposto della vita non è la morte, è l’indifferenza‘- conclude- tuo fratello dall’altro lato dell’Oceano, che non ha mai smesso di sognare… Chico”.

Potrebbe interessarti