TV e Spettacolo

Alberto Matano vittima di omofobia: il conduttore rompe il silenzio e denuncia la drammatica esperienza

Alberto Matano è stato vittima di omofobia quando era giovane e ha deciso di parlare della drammatica esperienza vissuta durante la puntata de La vita in diretta andata in onda ieri.
Alberto Matano

Nel pomeriggio di ieri, nel suo programma su Rai 1 Alberto Matano ha dato voce a uno sfogo a lungo tenuto nascosto al suo pubblico. Parlando infatti della mancanta approvazione del Ddl Zan e dei molteplici casi di discriminazione che grazie alla legge contro l’omotrasnfobia avrebbero potuto trovare finalmente una giusta condanna, il conduttore ha scelto di parlare di sé. Il padrone di casa de La vita in diretta si è fatto testimone di quanto vissuto in prima persona.

Alberto Matano denuncia: in passato è stato vittima di episodi di omofobia

Nella puntata di ieri de La vita in diretta si è parlato anche dell’affossamento del Ddl Zan.

Alberto Matano ha mostrato al pubblico le ormai tristemente note immagini dell’esultanza in Senato al momento dell’annuncio dell’esito della votazione da parte della presidente Maria Elisabetta Alberti. Dopo aver commentato quanto accaduto con i presenti in studio, Matano ha lanciato un servizio contenente le testimonianze di alcune persone vittime di omofobia. Quando l’attenzione è tornata in studio, lo stesso conduttore ha voluto dare voce alla sua esperienza.

“Vi devo dire che storie come queste mi fanno particolarmente maleha ammesso sospirando. “Perchè è successo anche a meha continuato-quando ero adolescente l’ho provato sulla mia pelle. So cosa significa”. “Mi auguro– ha concluso-che con il contributo di tutti ci possa essere un supplemento di riflessione. Lo dobbiamo anche a quelle persone che abbiamo appena visto”.

Alberto Matano vittima di omofobia: il sostegno dei colleghi

La confessione di Alberto Matano al termine della puntata de La vita in diretta di ieri ha stupito il suo pubblico e i suoi colleghi, che si sono stretti attorno a lui a dimostrargli affetto.

Mara Venier ha condiviso il video della sua testimonianza, commentandolo semplicemente con il nome del conduttore e un cuoricino rosso. In passato, proprio la regina di Domenica In lo aveva avuto ospite nel suo salotto e scherzando gli aveva promesso di fargli da testimone se mai si sarebbe sposato. Il legame fra i due sembrerebbe essere davvero molto forte e zia Mara non ha potuto che rendere evidente il suo sostegno nei confronti dell’amico in seguito a un racconto così duro.

Oltre alla Venier, anche Rita Dalla Chiesa ha scelto di schierarsi dalla parte di Matano, scrivendo per lui alcune parole sul suo profilo Instagram.

“Ci sono giornate che ti regalano un’emozione fortissima– ha iniziato l’ex volto di Forumoggi a La vita in diretta ho amato più di sempre Alberto Matano, e il suo bisogno di difendere tutte quelle persone e quelle famiglie che, da ieri sera, sono state lasciate sole a combattere una battaglia che speravano di vincere. La battaglia dei diritti umani“.

“Mentre l’immaturità politica esultava, in modo sgangherato, al Senato, migliaia di anime belle e fragili si sentivano, ancora una volta, messe all’angolo.

La loro sofferenza calpestata ha continuato con tono sicuro Rita. “Ho sempre pensato che in un Paese che vuole essere civile non dovrebbero proprio esserci leggi a tutelare l’individualità e il rispetto per ognuno di noi” ha quindi ammesso.Grazie, Alberto, per averlo fatto tu. Ti voglio un bene infinito. E ti stimo immensamente. Come uomo, come amico, come cittadino, come la bellissima persona che sei” ha concluso riferendosi proprio al collega.

Potrebbe interessarti