Cronaca dal Mondo

Pillola anti-covid Merck: come funziona la cura molnupiravir approvata nel Regno Unito. Il trial e i dati

La pillola permette di somministrare il farmaco molnupiravir, inizialmente pensato per curare l'influenza, è in grado di bloccare il virus e la sua replicazione. Il trial ha dato risultati positivi
Pillola Merck molnupiravir anti-covid come funziona

La Gran Bretagna è stato il primo Paese al mondo ad approvare la pillola Merck con cura molnupivar come terapia anti-covid. La decisione è arrivata a seguito dell’esito del trial clinico promosso dall’azienda statunitense, che ha evidenziato un dimezzamento dei ricoveri ospedalieri e dei decessi nei pazienti affetti da Covid-19.

Il trattamento con molnupiravir è il primo a somministrazione orale specifico per una malattia virale. La compagnia Merck non è l’unica a sperimentare una cura in pillole, anche l’azienda Pfizer-BionTech sta proseguendo con due trials diversi per sviluppare due tipologie di pastiglia e l’azienda Svizzera Roche.

Pillola Merck molnupiravir: come funziona e quando va assunta

Come spiegato dall’azienda stessa, il trattamento è stato pensato affinché il farmaco molnupiravir sia assunto in forma di pillola. Il farmaco va a colpire l’enzima che il virus usa per replicarsi, causando un errore nel suo codice genetico. In questo modo l‘azione del molnupiravir dovrebbe impedire la moltiplicazione del virus riducendo la gravità e i rischi della malattia.

Dovrebbe essere prescritto a pazienti che hanno contratto il Covid-19 in forma lieve o moderata, anziani, persone affette da patologie come obesità e diabete e immunodepressi.

Il trial clinico del molnupiravir

La pillola molnupiravir è stata inizialmente sviluppata come trattamento per l’influenza, proprio sullo stesso principio spiegato in precedenza, ovvero per ridurre la diffusione del virus nel corpo della persona infetta. I dati, pubblicati in un comunicato stampa ma non ancora sottoposti a revisione accademica, sono basati su uno studio su 775 pazienti volontari: il 7,3% che ha ricevuto il molnupiravir è stato ospedalizzato, ma sono stati molti di più quelli a cui è stato somministrato il placebo (14,1%).

In tutto il trial clinico, tra i pazienti al quale è stato sottoposto il molnupiravir, non sono stati registrati decessi, mentre 8 tra coloro che hanno ricevuto il placebo sono deceduti a causa del Covid-19.

Quando il farmaco Merck sarà approvato in Europa

L’EMA- Agenzia Europea del Farmaco ha avviato la procedura di revisione continua (detta rolling review) per la pillola anti-Covid Merck molnupiravir. Lo scopo è quella di una valutazione in merito di efficacia, sicurezza e qualità.

Come si legge su AdnKronos: “Sebbene non possa prevedere le tempistiche complessive dovrebbe essere necessario meno tempo del normale per valutare un’eventuale Aic, a causa del lavoro svolto durante la rolling review” ha fatto sapere l’EMA con una nota.

Potrebbe interessarti