Economia

Legge di Bilancio, quali sono le novità per Superbonus 110%, cessione del credito e sconto in fattura: la bozza

La bozza del disegno di Legge avrebbe già delineato il futuro di molti tra i bonus più attesi: quali sono i primi dettagli emersi dalla bozza
superbonus e cessione credito in legge di bilancio

Tra le novità che potrebbero essere contenute nella Legge di Bilancio 2022, sembrano probabili le proroghe di alcuni bonus molto attesi dagli italiani. In particolare, si parlerebbe dei bonus ristrutturazione, facciate ed ecobonus per le automobili. Sarebbero anche altre le misure in attesa di essere riconfermate: ecco quali.

Superbonus, cessione del credito e sconto in fattura: ci sono novità

Il primo passaggio per concretizzare la Legge di Bilancio 2022 è stato fatto il 28 ottobre 2021 con l’approvazione del disegno di tale Legge da parte del Consiglio dei Ministri.

Il testo definitivo non è ancora disponibile perché alcune misure dovranno essere discusse più nel dettaglio, ma alcuni dettagli sembrerebbero stabiliti. In particolare, dovrebbero essere confermati fino al 2024 il bonus ristrutturazione, l’ecobonus, il bonus facciate e il bonus verde. Per queste agevolazioni si starebbe valutando di mantenere sia la cessione del credito sia lo sconto in fattura per le spese sostenute dal 1° gennaio 2022. Queste opzioni sarebbero rivolte per tutti coloro che non hanno liquidità per affrontare nell’immediato le spese e attendere poi l’incentivo delle imposte.

Quali sarebbero i bonus prorogati dalla Legge di Bilancio

L’ultima bozza disponibile della Legge di Bilancio conterrebbe la conferma della cessione del credito e dello sconto in fattura solo per il superbonus 110%, fino al 2025. Per questa agevolazione potrebbero essere introdotti limiti specifici e un sistema di riduzione dell’aliquota. Un’altra possibile modifica potrebbe riguardare il limite ISEE di 25.000€ previsto per gli edifici unifamiliari. Al momento, la bozza del disegno di Legge dovrebbe prevedere le seguenti misure:

  • proroga del bonus ristrutturazione del 50% dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2024;
  • proroga del bonus mobili del 50%, ma con limite di spesa che scende a 5.000 euro;
  • proroga dell’ecobonus dal 50% al 65% dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024;
  • proroga del bonus facciate con aliquota ridotta dal 90% al 60%, fino al 2024;
  • proroga del bonus verde del 36%.

La Legge di Bilancio 2022 dovrebbe mantenere il sistema, introdotto dal Decreto Rilancio per il biennio 2020-2021, di sconto in fattura e cessione del credito per le seguenti tipologie di intervento: recupero del patrimonio edilizio, interventi di efficienza energetica, misure antisismiche, recupero o restauro delle facciate, installazione di impianti fotovoltaici e colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Potrebbe interessarti