Gossip

Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi condannati e sfrattati: devono lasciare la scuola di danza di Palermo

Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo sono stati condannati allo sfratto per la scuola di danza di Palermo: mesi di affitti non pagati quando l'accademia era chiusa per Covid-19
Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi sono stati sfrattati: è arrivata la sentenza sulla scuola di danza di Palermo aperta dalla celebre coppia, che tuttavia non avrebbe pagato mesi e mesi di affitto. Per questo, sono stati condannati per morosità a risarcire l’immobiliare proprietaria.

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi sfrattati dalla scuola di danza

A far emergere la delicata situazione relativa alla scuola di danza di Via Resuttana a Palermo era stato lo stesso coreografo Enzo Paolo Turchi, poche settimane fa.

Con Carmen Russo rinchiusa nella Casa del Grande Fratello Vip, è spettato a lui il compito di raccontare: “Prima che venisse il Covid avevo già pagato l’anticipo per il teatro dove fare il galà, per i costumi. Tutti soldi perduti. La sartoria addirittura ha fallito e non ne so più niente. Se non avessi avuto dei soldi miei da parte, sarei andato a gambe all’aria. Purtroppo noi dello spettacolo non abbiamo avuto nessun aiuto”.

Una situazione che tuttavia non ha impietosito il giudice della sezione civile del tribunale monocratico di Palermo, chiamato a esprimersi sul fatto che Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo non hanno pagato mesi e mesi di affitti alla Immobil Sud Resuttana srl.

Circa 30.000, per il cui mancato pagamento è stato chiesto immediato sfratto.

Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo condannati allo sfratto e a pagare

Secondo quanto riportano le fonti, il coreografo e l’attrice sono stati condannati al rilascio dell’immobile, il cui contratto era stato stipulato nel 2014, e a pagare oltre agli arretrati anche una multa da 4.160,50, euro di cui 4.015,00 oltre Iva e spese generali.

Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi non avrebbero pagato gli affitti da marzo 2020 a marzo 2021, con eccezione di settembre dello scorso anno.

L’accademia Energy Dance era chiusa per Covid-19, ma per il giudice l’emergenza non giustifica “comportamenti, quali quello odierno, di totale sospensione del pagamento del canone da parte del conduttore” riporta il Messaggero.

Potrebbe interessarti