Cronaca Italia

Maltempo in Sicilia, massima allerta ad Agrigento. Appello del prefetto: “Non uscite di casa”

L'ondata di maltempo che torna a interessare la Sicilia fa scattare la massima allerta ad Agrigento e in altri Comuni della regione. Dal prefetto l'appello a non uscire di casa
maltempo Sicilia: allerta ad Agrigento

Massima allerta ad Agrigento e in altri Comuni per l’ondata di maltempo che interessa la Sicilia. Nelle ultime ore, la situazione in alcune aree della regione si sarebbe fatta piuttosto critica con danni, allagamenti e decine di interventi dei Vigili del fuoco. Dal prefetto di Agrigento l’appello alla popolazione: “Non uscite di casa”.

Maltempo in Sicilia, allerta massima ad Agrigento. Il prefetto: “Non uscite di casa

Il vortice Mediterraneo, al momento, sta scaricando a mare, ma è molto vicino all’area Nord dell’Agrigentino.

Nelle prossime ore si prevede un avvicinamento della forte ondata di temporali accompagnata da raffiche di vento“. Ad affermarlo, riportano Ansa e Adnkronos, è il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, in merito all’ondata di forte maltempo che da ore interessa nuovamente la Sicilia e, in particolare, la città e le aree limitrofe.

Cocciufa ha lanciato un appello a tutti gli abitanti, residenti in ogni paese: “Non mettetevi in macchina e non uscite di casa, la condizione è di grande, grandissimo, rischio“. Secondo quanto spiegato dal prefetto, importanti criticità si sono registrate a Sciacca, Menfi, Ribera e nei Comuni più piccoli della zona.

Ci sono situazioni emergenziali e si sta profilando l’evacuazione dei cittadini che hanno avuto dei danni o che sono a rischio. Più torrenti sono straripati e siamo veramente in allerta“.

Sicilia nella morsa del maltempo, danni e allagamenti: decine di interventi

Nelle ultime ore, riporta Ansa, la recrudescenza del maltempo ha causato danni, allagamenti e gravi disagi tra Sciacca, Menfi, Mazara del Vallo. Numerose squadre dei Vigili del fuoco e volontari della Protezione civile sono al lavoro per prestare soccorso a residenti e automobilisti intrappolati.

Nel territorio sarebbero stati soccorsi complessivamente 22 nuclei familiari, e la situazione resta fluida e sotto stretto monitoraggio. Acqua, fango e detriti avrebbero reso impraticabili alcune strade tra cui la statale 188 tra Palazzo Adriano e Prizzi.

Potrebbe interessarti