TV e Spettacolo

Mara Venier ricorda Giampiero Galeazzi: il doloroso messaggio su Instagram della conduttrice

Amici e non solo colleghi. L'unione tra Mara Venier e Giampiero Galeazzi era sempre stata molto evidente e ora, dopo la notizia della morte, è lei a dedicargli un messaggio.
mara venier e galeazzi

Pochi minuti fa è arrivata la notizia della morte di Giampiero Galeazzi. L’indimenticabile giornalista sportivo aveva 75 anni ed era malato da tempo. Mara Venier, sua grande amica, ha deciso di ricordalo con un primo messaggio sui social e una foto insieme e sorridenti.

Mara Venier, il messaggio dopo la morte di Giampiero Galeazzi

Bisteccone mio… se ne va un pezzo importante della mia vita“, scrive Mara Venier su Instagram. Un messaggio pubblicato tra i cuori e le lacrime che la conduttrice di Domenica In inserisce a corredo del messaggio e a sottolineare lo stato emotivo di questi primi difficili momenti.

Anni fa, i due avevano raccontato la loro amicizia a Storie Italiane, la conduttrice aveva raccontato in puntata: Alcuni sono amici soltanto quando le cose vanno bene, quando hai un programma, quando hai successo. Tra me e Giampiero è nata un’amicizia fraterna, che va avanti da 25 anni. Un’amicizia vera, basata sul rispetto e la complicità, sulla voglia di stare insieme. Per me Giampiero è uno della mia famiglia, Domenica In non c’entra“. Ora la tragica notizia.

La morte di Giampiero Galeazzi

Giampiero Galeazzi è morto oggi a Roma, dove era nato. Famosissimo conduttore Rai, cronista sportivo, è morto a 75 anni. Come è noto, da anni combatteva la battaglia contro il diabete. Dopo il ritiro dalla televisione, Giampiero Galeazzi non era più apparso in tv fino a tre anni fa, quando era stato proprio ospite di Mara Venier.

Prima però una grandissima carriera.

Laureato in Economia era poi arrivato a lavorare in FIAT. Nel 1967 c’è il grande momento di sport della sua carriera, la medaglia di bronzo al valore atletico nel campionato singolo di canottaggio.

Nel 1972 fu inviato alle Olimpiadi di Monaco di Baviera, effettuando la sua prima radiocronaca proprio per la disciplina tanto amata. Poi arriva la televisione e le grandi trasmissioni che ha fatto la storia della tv sportiva: la Domenica Sportiva e Mercoledì Sport. Poi 6 edizioni come cronista dei Giochi Olimpici. La sua ultima esperienza risale al 2004, con le Olimpiadi di Atene. E poi ancora Cambio di Campo, Solo per i finali, 90° minuto, Notti Mondiali.

Potrebbe interessarti