Cronaca Italia

Incendio a Limbiate, un morto e numerosi feriti per le fiamme in una palazzina della Brianza

Grave incendio in una palazzina di Limbiate, in Brianza: una vittima e numerosi altri residenti intossicati e portati in ospedale. La situazione
vigili del fuoco incendio

Grave incendio in uno stabile della Brianza: secondo le informazioni riportate fino a questo momento il bilancio conta un morto e numerosi feriti, che tuttavia non sarebbero in gravi condizioni di salute. Ignote, al momento, i motivi che hanno portato al drammatico incendio.

Incendio a Limbiate: morto un 83enne

Le fiamme sono divampate in una palazzina residenziale di Limbiate, paese in provincia di Monza Brianza, nelle prime ore di questa mattina. Secondo quanto riportato da numerose fonti, i Vigili del Fuoco e il 118 sono intervenuti per domare l’incendio e soccorrere i numerosi residenti, ma comunque c’è stata una vittima.

Dalle prime informazioni si tratterebbe di un 83enne, residente dello stabile in cui si è sviluppato l’incendio.

Sono altri 9 i residenti dello stabile tra via Bolzano e via Mazzini ad aver avuto bisogno di soccorsi: molti di loro hanno inalato fumo ed è stato necessario un ricovero in ospedale, ma da quanto riportano le fonti le loro condizioni di salute non sarebbero così gravi da far temere per la loro vita. Niente da fare invece per l’83enne, ritrovato carbonizzato e per il quale è stato possibile solo constatarne il decesso.

Al momento non si conoscono le cause dell’incendio, riporta Ansa.

Incendi, altro intervento dei Vigili in uno stabile in fiamme

La vicenda di Limbiate è solo uno dei numerosi interventi – quasi all’ordine del giorno – dei Vigili del Fuoco. Dalla loro pagina social è stato condiviso ieri un video realizzato con termocamera, durante un difficile intervento a Vibo Valentia di ieri mattina, sabato 20 novembre.

Un incendio è divampato in un magazzino edile, ma a quanto si apprende non ci sarebbero state vittime.

Situazione diversa invece per la palazzina esplosa e crollata a San Felice a Cancello venerdì mattina: due le vittime confermate, marito e moglie. La donna in un primo momento era stata estratta viva dalle macerie e portata in ospedale, ma le sue condizioni erano troppo gravi ed è spirata nella notte. Il marito, invece, è stato trovato già morto. La possibile causa del crollo sarebbe una fuga di gas.

Potrebbe interessarti