Bandi

Concorso Regione Lombardia, 100 posti a tempo indeterminato: quali sono i profili ricercati e come presentare domanda

Bando di concorso indetto da Regione Lombardia per 100 assunzioni a tempo indeterminato: ecco quali sono i requisiti, le modalità per candidarsi e le materie d'esame da studiare
concorso regione lombardia tutti i dettagli

Nuovo bando di concorso per 100 posti a tempo indeterminato presso la Giunta di Regione Lombardia. L’annuncio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 90 del 12/11/2021. I profili professionali ricercati sono relativi alla figura di Specialista area tecnica.

Concorso Regione Lombardia: i requisiti

Per candidarsi, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • aver raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a riposo;
  • essere in possesso dei seguenti titoli di Laurea, in base all’ambito per cui si concorre, in: Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria dell’informazione, Ingegneria industriale, Scienze dell’architettura, Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale, Scienze e tecniche dell’edilizia, Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura, Scienze geologiche, Biotecnologie, Scienze biologiche, Scienze e tecnologie agrarie e forestali, Scienze e tecnologie alimentari, Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura, Scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali, Scienze e tecnologie chimiche, Scienze e tecnologie informatiche, Scienze matematiche, Statistica. Oppure Laurea Magistrale in: Architettura del paesaggio, Architettura e ingegneria edile-architettura, Ingegneria civile, Ingegneria dei sistemi edilizi, Ingegneria gestionale, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale, Scienze e tecnologie forestali ed ambientali, Scienze e tecnologie geologiche, Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, Scienze geofisiche, Biologia, Biotecnologie agrarie, Biotecnologie industriali, Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, Scienze della natura, Scienze della nutrizione umana, Scienze e tecnologie agrarie, Scienze e tecnologie alimentari, Scienze zootecniche e tecnologie animali, Ingegneria biomedica, Ingegneria della sicurezza, Ingegneria delle telecomunicazioni, Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale, Ingegneria chimica, Ingegneria energetica e nucleare, Informatica, Ingegneria informatica, Matematica, Sicurezza informatica, Scienze statistiche, Scienze statistiche attuariali e finanziarie.
  • idoneità fisica;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non avere riportato condanne penali o avere procedimenti penali;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego pressa una pubblica amministrazione, non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale.

Concorso per Specialista area tecnica: come fare domanda

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il portale di Regione Lombardia dedicato ai bandi, per accedere al quale occorre registrarsi e autenticarsi con il PIN della tessera sanitaria oppure tramite Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID o Carta di Identità Elettronica CIE. Il termine ultimo per presentare domanda è il 30/11/2021.

Concorso: i dettagli e le materie delle prove d’esame

La prova d’esame consiste in una prova scritta sotto forma di quesiti a risposta multipla strutturata su due parti. La prima parte avrà un contenuto teorico e verterà sulle seguenti materie:

  • Quiz logico-deduttivi;
  • Titolo V della Costituzione italiana;
  • Statuto d’Autonomia della Regione Lombardia;
  • Legge 241/90 con particolare riferimento al procedimento amministrativo;
  • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L.190/2012, D.Lgs 39/2013, D.Lgs 33/2013);
  • Traduzione di un breve testo in lingua inglese.

La seconda parte avrà un contenuto specialistico a seconda del profilo e verterà sulle seguenti materie:

  • D. Lgs. n. 50/2016 e s.m.i – Codice degli Appalti, con particolare riferimento alle procedure di affidamento, aggiudicazione ed esecuzione dei contratti e relativo Regolamento di esecuzione e attuazione (D.P.R. 5.10.2010 n. 207)
  • D. Lgs. n. 1/2018 e s.m.i – Codice della Protezione Civile
  • D.L.gs. n. 42 del 2004
  • l.r. n. 12 del 2005 e ss.mm.ii e normativa sul governo del territorio
  • l.r. n. 31 del 2014
  • l.r. n. 4 del 2016 (Regolamenti, direttive connesse) e normativa sulla Difesa del suolo
  • Normativa in tema di materia di acque e servizio idrico integrato
  • Normativa per la prevenzione del rischio sismico
  • Programmazione negoziata (l.r. n. 19/2019)
  • Legge regionale n. 31/2008 “testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale”
  • La programmazione e la gestione faunistica venatoria, l’indennizzo dei danni da fauna e l’esercizio dell’attività venatoria: L. n. 157/1992, 16 agosto 1993 , N. 26 e contenuti generali del Piano faunistico venatorio regionale
  • La programmazione dello sviluppo rurale: inquadramento generale, il Regolamento (UE) n. 1305/2013 e i regolamenti attuativi, il Programma di Sviluppo Rurale della regione Lombardia
  • Il sistema di erogazione dei contributi comunitari e il sistema integrato di gestione e controllo e la condizionalità: inquadramento generale dei Regolamenti (UE) n. 809/2014, 1306/2013 e 907/2014
  • Le organizzazioni comuni di mercato: inquadramento generale, il Regolamento (UE) n. 1308/2013, la strutturazione delle OCM e le politiche regolative e contributive
  • I pagamenti diretti: inquadramento generale del Regolamento (UE) n. 1307/2013
  • Gli interventi previsti dal Decreto Legislativo 29 marzo 2004, n. 102
  • Nozioni generali di zootecnia, agronomia, forestazione, agricoltura integrata e agricoltura biologica
  • Gli orientamenti comunitari in materia di Aiuti di Stato nel settore agricolo e forestale, i Regolamenti “de minimis” e di esenzione nel settore agricolo.
  • Legislazione statale e regionale e nozioni tecniche in materia di infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile
  • Legislazione e nozioni tecniche in materia di programmazione di infrastrutture viarie e ferroviarie
  • Principi teorici alla base della programmazione dei servizi di mobilità e trasporto pubblico
  • Normativa in tema di contratti (appalti) di lavori pubblici, servizi e forniture (Codice dei contratti pubblici – D.lgs 50/2016 e ss.mm.ii);
  • Disciplina del settore dei trasporti
  • Programmazione negoziata regionale
  • Nozioni di programmazione, bilancio e contabilità regionale
  • Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale” e s.m.i.
  • Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387 “Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità”
  • Decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 “Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE” e relativi s.m.i. per entrambi
  • Legge Regionale 12 dicembre 2003, n. 26 “Disciplina dei servizi locali di interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche” e s.m.i.
  • Legge Regionale 11 dicembre 2006 – n. 24 “Norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell’ambiente” e s.m.i.
  • Principi del Codice dell’Amministrazione digitale di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e del Piano Triennale per l’informatica della Pubblica Amministrazione
  • Metodi di analisi, presentazione e previsione delle tendenze fondamentali individuabili in grandi flussi di dati (Big Data), con particolare riferimento agli strumenti software necessari all’elaborazione
  • Sicurezza dei dati, con particolare riferimento alla Data Privacy
  • Cenni di architetture di reti e dei sistemi di comunicazione con particolar riferimento al cloud computing e alle connesse tematiche di sicurezza
  • Analisi e progettazione di sistemi informatici con particolare riferimento a sistemi di Data Mining e Business Intelligence, sistemi web
  • Tecniche e metodi di dematerializzazione e digitalizzazione dei processi
  • Tecniche statistiche a supporto del data science.

Potrebbe interessarti