Good News

Dottorando in fisica a 89 anni: il sogno infranto diventa realtà anni dopo la prima laurea

Manfred Steiner ha 89 anni e sta per conseguire il dottorato. Il medico in pensione ha ripreso gli studi in fisica abbandonati quando ancora era un ragazzo realizzando un sogno.
Dottorato

Manfred Steiner è diventato un fisico a 89 anni, dopo aver discusso la sua tesi di dottorato e a febbraio riceverà il suo diploma di dottorato alla Brown University. La sua storia comincia da Vienna al termine della Seconda Guerra Mondiale. Da qui, ancora giovane fugge dalla città per raggiungere gli Stati Uniti, dove ha intenzione di iniziare gli studi in Fisica. Purtroppo, questo sogno viene infranto all’istante, per via della decisione di intraprendere un’altra carriera che lo tiene occupato fino al 2000. Ora però sta per conseguire il suo Dottorato di Ricerca.

Dottorando in fisica a 89 anni: la realizzazione di un sogno infranto

La storia di Manfred Steiner è stata riportata dal sito ufficiale dell’Università Brown.

“Sapevo che la fisica era la mia vera passione quando mi sono diplomato” ha spiegato il dottorando. “Dopo la guerra, mio zio e mia madre mi consigliarono di prendere la strada della medicina perché sarebbe stata la scelta migliore in questi turbolenti anni” ha confessato lo studente.

Infatti, Manfred si è laureato in Medicina nel 1955 presso l’Università di Vienna e in seguito ha proseguito gli studi in Ematologia all’Università di Tutfs negli Stati Uniti.

Nel 1968, Steiner è diventato assistente alla scuola di Medicina dell’Università di Brown dove ha istruito medici e ricercatori. Infine ha deciso nel 1994 di focalizzare l’attenzione su delle ricerche in North Carolina. Si è ufficialmente ritirato nel 2000 quando è ritornato a Rhode Island.

89enne realizza il sogno del dottorato: “Sono in cima al mondo”

Steiner ha dichiarato che la passione per la fisica non è mai svanita: “È sempre stata una parte di me e quando mi ritirai dalla medicina e stavo per compiere 70 anni, decisi di entrare nel mondo della fisica”.

Infatti, non ha esitato a cominciare a seguire fin da subito le lezioni di Biologia al MIT (Istituto di Tecnologia del Massachusetts), continuando poi presso l’Università Brown. Lo scopo non era tanto quello di conseguire con una terza laurea, quanto piuttosto il desiderio di mantenere la mente lucida, con una o due classi per semestre. Dopo aver confermato i requisiti per entrare nella scuola di specializzazione, è stato ammesso al programma di Dottorato nel 2007. Durante la ricerca di un consulente per la tesi si è avvicinato al teorico Brad Marston, attualmente quest’ultimo è il suo compagno di ricerche.

In merito al conseguimento di studi, l’ex medico ha dichiarato con entusiasmo: “Sono davvero in cima al mondo. Questo Ph.D. (Philosophiae Doctor ndr) è quello che amo di più perché è quello per cui ho lottato per tutta la mia vita.”

La tesi di dottorato dell’89enne: i complessi della bosonizzazione

Brad Marston, spiega il New York Post era inizialmente scettico della scelta di Steiner di proseguire gli studi.

Era consapevole del suo desiderio di voler diventare un fisico, infatti per la tesi di Dottorato ha scelto che affrontasse i complessi della bosonizzazione.

L’elaborato di Steiner si è concentrato su quanto accade alle particelle fondamentali dell’universo, che sono divise in due famiglie: i fermioni (quark, elettroni e neutrini) e i bosoni (fotoni, gluoni e il bosone di Higgs).

In alcune circostante un fermione può essere trattato come un bosone (bosonizzazione). Prima di renderlo oggetto di ricerca, Manfred Steiner ha studiato con il defunto collega Tony Houghto questo fenomeno, con cui ha osservato il caso in scenari bidimensionali e tridimensionali. Ad oggi, Steiner e Marston lavorano alla pubblicazione di parte dei risultati per la tesi.

È probabile che Steiner, dopo la realizzazione di questa ricerca, diventerà uno dei più anziani fisici ad essere mai stati pubblicati.

Potrebbe interessarti