La lente di TSP

Perché il 25 novembre è la data della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Il 25 novembre è il simbolo della lotta per i diritti delle donne ed è stato scelto per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne: ecco la storia dietro questa data
giornata contro violenza sulle donne la storia

Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Questa data è stata scelta perché negli anni è diventata un potente simbolo della lotta per i diritti delle donne: ecco la storia dietro il 25 novembre.

Violenza contro le donne, la storia dietro la data del 25 novembre

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999 ed è basata sul presupposto che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani.

La scelta del 25 novembre si basa sulla storia delle sorelle Mirabal, il cui brutale omicidio nella Repubblica Dominicana non è mai stato dimenticato dall’opinione pubblica. Era il 25 novembre 1960 quando le tre sorelle Mirabal, Patria, Minerva e María Teresa, si erano recate in prigione per far visita ai loro mariti detenuti. All’epoca la Repubblica Dominicana era sotto il regime di Rafael Leónidas Trujillo e le tre sorelle furono fermate in strada da agenti del Servizio di informazione militare. Gli agenti le massacrarono con dei bastoni, stuprarono e strangolarono, gettandole infine da un precipizio a bordo della loro auto.

Il brutale omicidio fu fatto passare per un incidente, ma l’opinione pubblica conosceva le tre sorelle perché erano attiviste del gruppo clandestino Movimento 14 giugno, in aperta opposizione al regime. Già nel gennaio del 1960 le tre donne erano state incarcerate per alcuni mesi a causa della loro militanza contro la dittatura e della lotta in difesa dei diritti delle donne. In seguito all’assassinio delle sorelle Mirabal, l’opinione pubblica riuscì a portare alle dimissioni del presidente Héctor Bienvenido, a favore del vicepresidente Joaquín Balaguer, grazie anche alle accuse di violazione dei diritti umani formulate dall’Organizzazione degli Stati Americani contro il regime.

Trujillo venne in seguito assassinato il 30 maggio 1961.

Le scarpe rosse contro la violenza sulle donne: la storia del simbolo

Nel 1981, la data del 25 novembre fu scelta in memoria delle sorelle Mirabal per il primo Incontro Internazionale Femminista delle donne latinoamericane e caraibiche, tenutosi a Bogotà, in Colombia. Da allora è divenuto un potente simbolo. Un altro simbolo di questa giornata, le scarpe rosse, è stato ideato nel 2009 dall’artista messicana Elina Chauvet con l’opera Zapatos Rojas.

L’installazione apparve per la prima volta davanti al consolato messicano di El Paso, in Texas, in memoria delle centinaia di donne rapite, stuprate e uccise a Ciudad Juarez, città di frontiera nel nord del Messico e centro del commercio di droga ed esseri umani. L’artista intende ricordare anche la morte di sua sorella minore, uccisa a soli 22 anni dal marito.

Potrebbe interessarti