Good News

1 milione di euro donati a cani e gatti in difficoltà: l’eredità di una generosa defunta per Empoli

Anziana signora lascia una ricca eredità al comune di Empoli, chiedendo che il denaro venga speso per sostenere cani e gatti abbandonati della città. L'iniziativa in favore dei trovatelli.
Cane gatto

Era il 2016 quando, Rina Nuti, un’anziana cittadina di Empoli, lasciò tutta la sua eredità al Comune per prendersi cura di cani e gatti in difficoltà. Oltre che per la manutenzione della sua tomba, di quella del marito e di quella dei suoceri per un periodo di 50 anni. Ora il Comune ha iniziato a spendere il generoso lascito a favore degli amici a 4 zampe senza casa.

Anziana signora lascia la sua eredità a cani e gatti

1 milione di euro tra banconote e immobili. Questo è il vasto patrimonio lasciato in eredità dall’anziana signora. Dopo varie operazioni burocratiche, si apprende da La Repubblica, il comune di Empoli ha finalmente iniziato a esaudire le ultime volontà dell’anziana cittadina: prendersi cura di cani e gatti che si trovano in difficoltà (un po’ come era già avvenuto per il Comune di San Lazzaro).

Circa 13 mila euro, infatti, sono stati destinati alle volontarie dell’associazione Aristogatti per le spese di accudimento e cura della colonia felina nel gattile di Via Maiorana.

Questa è la prima azione che il Comune ha messo in atto utilizzando la ricca eredità ricevuta, esaudendo i desideri della generosa defunta. “È solo l’inizio dell’utilizzo di questo lascito secondo le volontà della nostra concittadina” spiega l’assessore all’ambiente Massimo Marconcini, le cui parole sono state riportate da Il secolo XIX, “appena abbiamo avuto nelle nostre disponibilità parte dell’eredità abbiamo pensato a cederla e a sostenere le volontarie dell’associazione”.

I futuri programmi del Comune di Empoli per cani e gatti

L’opera a favore di cani e gatti abbandonati o in difficoltà, però, non finisce qui. Infatti, riprendendo nuovamente Il secolo XIX, come racconta ancora l’assessore all’ambiente Massimo Marconcini. “I prossimi provvedimenti di programmazione comunali sono volti ad attuare le volontà della defunta, almeno con le somme subito disponibili” dichiara.

“Nel piano delle opere pubbliche, nell’anno 2023, è previsto il nuovo gattile. Questo significa che nel 2022 penseremo alla sua progettazione e nel 2023, dopo il procedimento standard, uscirà la gara” aggiunge.

In seguito l’assessore all’ambiente continua: “Come sappiamo la signora aveva chiesto anche la realizzazione di un canile, che a Empoli c’è già da anni ed è stato anche oggetto di ampiamenti e miglioramenti. Continueremo a migliorarlo e manutenerlo grazie alle risorse del lascito”.

Infine conclude il discorso affermando: “Seguiremo tutte le volontà della concittadina.

Si tratta di un gesto molto importante”, dichiarando, inoltre, che il denaro di Rina Nuti sarà utilizzato con grande passione e amore per gli animali.

Potrebbe interessarti