Cronaca dal Mondo

Strage di bambini, 4 uccisi a colpi di arma da fuoco: tra le piccole vittime anche un neonato

I corpi senza vita di 4 bambini sono stati scoperti poche ore fa insieme a quello di una donna. Tutti uccisi a colpi di arma da fuoco, tra le vittime un neonato. Svolta nelle indagini.
strage di bambini uccisi in California

Bimbi uccisi a colpi di arma da fuoco, tra le vittime anche un neonato: è la cronaca di un orrore consumato a Lancaster, in California, dove i corpi senza vita di 4 minori sotto i 12 anni sono stati trovati all’interno di un’abitazione dalla polizia. Accanto a loro anche il cadavere di una donna, poi la svolta dopo le prime battute d’indagine sulla tragedia rimbalzata tra i media di tutto il mondo.

Strage di bambini in California: uccisi a colpi di arma da fuoco, tra le vittime un neonato

Le vittime della strage di bimbi consumatasi in un’abitazione della California sarebbero una donna e quattro bambini di età inferiore ai 12 anni, tra cui un neonato.

Tutti, secondo quanto finora emerso dalle indagini e riportato dall’Ansa, sarebbero stati uccisi con un’arma da fuoco.

La terribile scoperta sarebbe stata fatta poche ore fa all’interno di un appartamento della città di Lancaster, dove ora si condensa una parte delle attività degli inquirenti. Stando a una prima ricostruzione rilanciata dai media statunitensi, gli omicidi risalirebbero alla serata di domenica scorsa e la donna trovata accanto ai piccoli sarebbe la loro madre.

Strage di bimbi in California: svolta nelle indagini

Nell’immediatezza del drammatico ritrovamento dei corpi delle vittime, i sospetti delle autorità si sarebbero concentrati su un uomo ritenuto il padre dei bambini uccisi.

L’uomo, secondo quanto trapelato nelle ultime ore, si sarebbe costituito consegnandosi alla locale stazione dello sceriffo di Lancaster.

Nulla di preciso, al momento, sarebbe emerso all’esito del primo interrogatorio. Poco dopo sarebbe scattato l’arresto.

Tutte le vittime della strage di Lancaster, riferiscono ancora i media americani, presentavano ferite a carico della parte superiore del torso. Nei giorni scorsi, un’altra tragedia ha alimentato l’attenzione sulla diffusione delle armi negli Stati Uniti: la morte di un bambino di 5 anni ucciso con un colpo di fucile.

A sparare, durante un gioco, sarebbe stato un 13enne.

Potrebbe interessarti