Spettacolo

Antonella Clerici gioisce in diretta per la scarcerazione di Patrick Zaki. Il messaggio a È sempre mezzogiorno

La notizia della scarcerazione imminente di Patrick Zaki è arrivata nella tarda mattinata. Lo studente di origini egiziane potrebbe presto tornare a casa dopo due anni di carcere.
Il messaggio di Antonella Clerici per Patrick Zaki

Antonella Clerici è stata tra i primi a commentare la decisione dei giudici per la scarcerazione di Patrick Zaki, lo studente di origini egiziane dell’università di Bologna. Il giudice ha firmato per permettere a Zaki di tornare in libertà dopo quasi due anni di reclusione; lo studente però non è ancora stato assolto il prossimo primo febbraio tornerà in aula.

Antonella Clerici: il commento il diretta sulla liberazione di Zaki

Antonella Clerici è stata tra i primi a commentare con gioia l’imminente scarcerazione di Patrick Zaki. In diretta su È sempre mezzogiorno, la conduttrice ha commentato così: “(…) Vorrei dare una bella notizia, perché le belle notizie prima di Natale e questa è bellissima, sarà scarcerato Patrick Zaki, non è ancora assolto, ma è una bellissima notizia il fatto che è imminente la sua scarcerazione dopo due anni.

(…)“.

Patrick Zaki sarà scarcerato

La notizia dell’imminente scarcerazione di Patrick Zaki (che potrebbe avvenire già oggi o al più tardi domani mattina) è arrivata a margine dell’udienza che si è tenuta oggi presso il tribunale di Mansoura. Zaki è arrivato in aula e ha fatto segno con il pollice per far sapere a tutti di stare bene; dopo 4 minuti l’udienza è stata sospesa e, intorno alle 12.30 l’annuncio dei legali di Zaki.

La famiglia di Zaki, presente in aula, ha accolto la notizia con urla di gioia; Zaki non è però stato assolto dai capi d’accusa che lo vedono imputato, il processo riprenderà il prossimo febbraio. Al momento non è chiaro quali siano le accuse ancora in piedi, se quelle presentate all’arresto o quelle emerse recentemente, in merito agli articoli pubblicati dallo studente sulla condizione delle minoranze copte in Egitto.

L’incubo di Patrick Zaki sembra essere prossimo alla fine dopo quasi due anni di carcere e violenze.

Potrebbe interessarti