Sostenibilità

Temperatura record nell’Artide: l’Onu certifica 38° in Siberia. “Campanello d’allarme del clima che cambia”.

Nuovo record climatico registrato dall'Onu. Si tratta di un ennesimo campanello d'allarme del surriscaldamento globale. Infatti in Siberia nel 2020 era stata registrata una temperatura pari a 38° Celsius, un vero e proprio record assoluto decisamente preoccupante.
cambiamenti climatici il ruolo della corrente circumpolare antartica

L’organizzazione meteorologica mondiale (WMO) ha certificato una nuova temperatura record nell’Artide. In Siberia nel 2020, infatti, sono stati registrati 38° Celsius, un picco record in assoluto.

Temperatura record in Siberia: l’Onu certifica 38° Celsius

L’innalzamento della temperatura è uno dei campanelli d’allarme che ci sta lanciando il pianeta ormai da alcuni anni. L’estate 2021 è stata una delle più calde in assoluto, e il 2020 uno degli anni più caldi dal 1961. Anche in Artide, nel 2020, è stata registrata una temperatura da record, precisamente nella città russa di Verchojansk, nella Repubblica di Sakha della Siberia orientale.

Tale città, situata a circa 115 chilometri a nord del circolo polare, il 20 giugno 2020 ha registrato 38°Celsius. Un clima, insomma, ben più adatto al Mediterraneo che all’Artico. In generale, nell’estate del 2020 nella Siberia artica le temperature medie hanno superato di 10° la norma. Ciò ha causato incendi e ha provocato la perdita di ghiaccio marino. Il 14 dicembre 2021 l’Onu ha certificato tale temperatura record.

Nuovo record dell’Artide: le parole del capo dell’Onu

A comunicare la certificazione del nuovo record di 38° Celsius in Siberia è stato il capo dell’Onu Petteri Taalas in un comunicato.

Questo nuovo record dell’Artide fa parte di una serie di osservazioni comunicate all’Archivio WMO delle Condizioni Meteorologiche e Climatiche Estreme che rappresentano un campanello d’allarme per il nostro clima che cambia”, ha commentato Taalas. Il problema climatico del surriscaldamento globale sta diventando sempre più grave e questo ne è l’ennesimo avviso.

La situazione è tanto più grave appunto nell’Artico, perché è una delle regioni con il riscaldamento più alto a livello mondiale.

Inoltre, l’Artico si sta scaldando più del doppio rispetto alla media globale, cosa che ha portato un gruppo di esperti del WMO ad aggiungere una nuova categoria climatica all’archivio internazionale di condizioni meteorologiche e climatiche estreme.

Si tratta della categoria sulla temperatura più alta nella regione del circolo polare. Inoltre, nel comunicato il capo dell’Onu ha fatto una precisazione riguardante l’Antartide. “Nel 2020 c’è stato anche un nuovo record di temperatura (18,3°C) per il continente Antartico”, ha dichiarato Petteri Taalas.

Potrebbe interessarti