Good News

44enne ex senzatetto raccoglie soldi con le sue decorazioni natalizie e dà tutto in beneficenza

Ex senzatetto, Mark Abbott residente a Norwich ha decorato la sua casa con 16 000 luci, iniziando una raccolta di offerte. Ora ha dato tutto a chi lo ha aiutato in passato.
Luci Natale

Nel quartiere di Tuckswood a Norwich, nord-est di Londra, Mark Abbott, 44enne e proprietario di una scuola di danza, ha voluto stravolgere completamente l’aspetto della sua abitazione in vista del Natale. Ben 16.000 luci illuminano la casa e il giardino. L’installazione ha attirato molti curiosi e i residenti del quartiere hanno subito mostrato il loro apprezzamento per le decorazioni. Presto è arrivata l’idea di una raccolta fondi e Mark ha deciso che era ciò che andava fatto. In memoria del suo difficile passato, i soldi sono andati al St Martins, ente di beneficenza per i senzatetto.

Ex senzatetto raccoglie fondi con le sue decorazioni natalizie

I suoi vicini lo hanno soprannominato Mr Christmas, come dar loro torto.

Mark Abbott vive a Norwich con la sua compagna Kerry e i suoi tre figli. Intervistato dal Norwich Evening News, Mark ha ammesso di aver sempre amato il Natale, il freddo e ovviamente le luci natalizie. “È il mio periodo preferito dell’anno”. Gli addobbi sono la sua passione, e aumentano sempre di più. L’anno scorso casa sua aveva  11.000 luci ma ora si è trasferito. Casa più grande, casa con più luci. Ora sono 16.000. La decorazione è iniziata a settembre e finita a dicembre, ha ornato anche il tetto e sta già pensando a cosa potrà aggiungere per il prossimo anno.

La cosa più importante per me è che unisce le persone” ha dichiarato.

La sua abitazione sembra un luna park e per capire la portata del suo lavoro basta guardare i numeri. “Ci sono 500 luci per ogni finestra e 6.800 sul contorno della casa. 800 luci a terra e 200 su ciascuna delle nove renne” ha spiegato. La sua scenografia però non si limita all’illuminazione. Nel giardino davanti casa ha sistemato un albero, degli alberelli, pupazzi di neve, una slitta trainata da nove renne e un portico che conduce all’ingresso.

Tutto quanto rigorosamente illuminato.

Per completare il clima natalizio è stata installata una macchina della neve, che a detta di Mark tutti i bambini provano ad accendere. E per accendere l’allestimento quante prese servono? “59”.

Mark Abbott, dalla vita da senzatetto alla beneficenza

La vita di Mark è ora piena di luci, ma non 15 anni fa. A quei tempi svolgeva tre lavori ma nonostante questo ha perso la casa ed è finito per strada. Dopo un periodo ha accettato l’aiuto del St Martins, un ente di beneficenza per i senzatetto a Norwich, trascorrendo 9 mesi in un ostello. Da lì è ripartito.

Ora ha una famiglia, una scuola di danza e tanta voglia di aiutare il prossimo, motivo per il quale le offerte di chi visita le sue luci vanno proprio al St Martins. “Con la pandemia si sentono storie di famiglie rimaste senzatetto. Ho tre figli ora e non riuscivo a immaginare di essere un senzatetto con dei bambini” ha detto alla BBC.

Per Mark la sua passione è un bene collettivo. “Sembra che alla gente piaccia davvero, vedo molti bambini e donne anziane che si fermano a guardare. I miei amici mi dicono che dopo una brutta giornata, passano davanti casa mia e si rallegrano”, afferma al Norwich Evening News.

Come effetto domino anche i vicini hanno aggiunto delle luci alle loro abitazioni.

Da marzo ho speso circa 1 000 sterline per materiali e luci extra, e 85 sterline in più al mese in elettricità” ha rivelato. Le spese per Mark non sono però un problema. “Ne vale assolutamente la pena”, e aggiunge: “Un amico vuole pagarmi il conto di dicembre, dice che ho fatto abbastanza e vorrebbe aiutarmi ”.

Potrebbe interessarti