Cronaca Italia

Bimba di 5 anni intossicata da cocaina a Ravenna: la droga in un bicchiere d’acqua al posto di un farmaco

Una bambina di 5 anni ricoverata per intossicazione da cocaina dopo aver ingerito la droga sciolta nell’acqua al posto di un farmaco: la ricostruzione del caso avvenuto a Ravenna.
Bimba di 5 anni intossicata da cocaina a Ravenna: la droga in un bicchiere d'acqua al posto di un farmaco

Una bimba di 5 anni ricoverata dopo un malore a Ravenna, poi la scoperta: la piccola sarebbe stata intossicata da una dose di cocaina sciolta nell’acqua al posto di un farmaco che avrebbe dovuto assumere. Le indagini della polizia, a margine della segnalazione del Pronto soccorso scattata la sera della vigilia di Natale, avrebbero permesso di avanzare una prima ricostruzione della dinamica dell’accaduto.

Bimba di 5 anni intossicata da cocaina a Ravenna

La bambina di 5 anni sarebbe stata ricoverata a seguito di un grave malore, riporta Ansa, per un episodio, accaduto alla vigilia di Natale, su cui ora sarebbe aperta un’indagine.

I medici avrebbero riscontrato un legame tra le condizioni della minore e una intossicazione da cocaina che, stando alle informazioni successivamente raccolte, sarebbe stata sciolta in un bicchiere d’acqua al posto di un farmaco.

A richiedere l’intervento del 118 sarebbe stato il padre della piccola. Lo stesso, secondo quanto si apprende, che avrebbe riferito di aver versato la dose di droga nel bicchiere destinato alla figlia per errore, finendo per darle accidentalmente della cocaina al posto di un medicinale.

Bimba di 5 anni intossicata da cocaina, le condizioni dopo il ricovero

La bambina sarebbe stata trasportata prima al Pronto soccorso di Ravenna e, alla luce del quadro riscontrato, successivamente trasferita all’ospedale Sant’Orsola di Bologna per essere ricoverata in terapia intensiva pediatrica.

Attualmente le sue condizioni sarebbero stabili e, riferisce ancora l’Ansa, non sarebbe più in pericolo di vita.

Sulla vicenda, ancora al vaglio degli inquirenti, sarebbe intervenuta l’apertura di un fascicolo per lesioni colpose gravi. Secondo quanto finora emerso, la Scientifica avrebbe condotto un primo sopralluogo nell’abitazione teatro dei fatti, e all’esito dei primi accertamenti sarebbero emerse tracce di cocaina.

Un elemento di riscontro alla ricostruzione dei fatti fin qui effettuata. Gli inquirenti avrebbero già raccolto la testimonianza di alcuni vicini, ma al momento non sarebbero emersi racconti relativi a problematiche note in merito alla vita della famiglia. Le indagini continuano.

Potrebbe interessarti